Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata



[ Indice Downloads | Aggiungi File | Nuovo | Popolare | Top ]

Categoria: Principale/Bibliobiografie


Ordina per: Titolo (A\D) Data (A\D) Giudizio (A\D) Popolarità (A\D)
Risorse correntemente ordinate per: Giudizio (Alto - Basso)


  Sheffield Charles 
Descrizione: Sheffield è considerato una delle migliori espressioni della rinnovata ondata di Space Opera classica che ha inondato il mercato degli States verso la fine degli anni Settanta; che, appunto, non era più, classica, ma che andava a rinnovarsi, seguendo il mutare dei gusti, per diventare qualcosa di totalmente nuovo.
Versione: Dimensione File: 441.41 Kb
Aggiunto il: 15-Sep-2004 Downloads: 1254
Vota Risorsa | Dettagli



  Sterling Bruce 
Descrizione: Bruce Sterling è nato nel ’54 a Brownsville, nel Texas, ha trascorso alcuni anni in India per poi tornare negli Stati Uniti, a lavorare come giornalista. Vive ancora nel Texas, ma a Austin, con la moglie. Le caratteristiche preponderanti della sua poetica possono riassumersi in un forte sentimento anti islamico, che si sviluppa essenzialmente in quanto lo scrittore vede quel credo come profondamente contrastante con la mondializzazione dell’informazione, che è poi ciò che il cyberpunk estrapola dal nostro presente; un altro, altrettanto forte, di avversione per tutto ciò che concerne le multimazionali, viste come le reali colpevoli del malessere della gente. È, dunque, un cyberpunk decisamente più umanista di quanto lo fosse quello di Gibson, più avventuroso, meno impegnativo da un punto di vista puramente intellettuale; forse è più divertente Gibson, ma Sterling fornisce più spunti sui quali meditare, spunti attualissimi, assolutamente centrali nella nostra odierna società.
Versione: Dimensione File: 590.82 Kb
Aggiunto il: 19-Sep-2004 Downloads: 1354
Vota Risorsa | Dettagli



  Lem Stanislaw 
Descrizione: Stanislaw Lem è una figura decisamente atipica nel panorama della fantascienza (e “…i suoi interessi sono vasti e profondi: futurologia, cibernetica, strutturalismo, filosofia, linguistica…” (Rottensteiner, “Introduzione” a “Buonanotte Sofia”, pag. 13); egli ha infatti cominciato a scrivere in un ambiente culturale lontano, e non solo geograficamente, da quello statunitense: “…a metà strada fra l’Europa occidentale e orientale, a un crocevia di interessi culturali vasti ma convergenti, al centro di un vivo fermento d’idee sia in campo letterario che filosofico.” (Lippi, “Introduzione” a “Ritorno dall’universo”, pag. 7); “Geograficamente collocato tra Mosca e Parigi, l’Est e l’Ovest, Lem non è mai appartenuto all’uno o all’altro campo della fantascienza.” (Rottensteiner, “Introduzione” a “Buonanotte Sofia”, pag. 13). E ha cominciato a conoscere la Sf faticosamente, dapprima dai pochi testi, di proto-fantascienza (Verne, Wells), che poteva trovare nella sua lingua, e, poi, alla fine degli anni ’50, qualcosa in traduzione francese, dopo aver pubblicato per Denoël; fu poi Franz Rottensteiner che, a partire dal ’68, intraprese con lui una fitta corrispondenza dagli States, dove, ai tempi, curava la fanzine “Quarber Mercur”, a procurargli i primi testi originali. E gli consigliò alcuni autori che riteneva “notevoli”, come Cordwainer Smith, Philip K. Dick, James G. Ballard, Cyril M. Kornbluth e Philip José Farmer, e i pochi testi critici allora disponibili, “In Search of Wonder” di Damon Knight e “The Issue at Hand” di James Blish, ma, afferma: “…non ho mai fatto nessun tentativo per influenzare l’impostazione del lavoro di Lem e del resto non pensavo nemmeno di poterlo fare con successo con un personaggio come lui…” (“Introduzione” a “Micromondi”, pag. X)...
Versione: Dimensione File: 1.29 MB
Aggiunto il: 22-Sep-2004 Downloads: 1358
Vota Risorsa | Dettagli



  Watson Ian 
Descrizione: Ian Watson ha cominciato a venir fuori negli anni ’70, anni nei quali la Sf stava passando un gran brutto momento: stagnazione di idee, stanche ripetizioni, “…crisi di superficialità, superbia e incultura…” come la definisce il Malaguti; apportando, invece, alla Sf, ottime innovazioni, rinnovando, all’interno della fervidissima tradizione fantastica inglese, come ben dice il Gandolfi “…i fasti dell’invenzione di stampo wellsiano e (spingendoli) fino agli estremi limiti dell’immaginazione, creando terreno fertile per tutta una generazione di nuovi scrittori, da Pamela Sargent a Ian McDonald. (“Ian Watson, o le radici del misticismo tecnologico”, “Il paradiso degli orchi” n. 2, '93, pag. 59), potendo anche essere considerato un precursore della successiva ondata cyberpunk. James G. Ballard, il grande della Sf inglese, lo ha definito “scrittore di idee”, mentre per John Clute e Peter Nicholls “…la narrativa di Ian Watson, a volte obbiettivamente difficile per la sua complessità, può essere vista come una vivace rivolta contro l’oppressione intellettuale e politica, ma anche come una dichiarazione dei limiti - almeno per quanto riguarda gli esseri umani - del concetto di realtà. Quest’ultimo, essendo stato creato su misura dei nostri ristretti canali percettivi, risulta soggettivo e parziale; il tentativo umano di accedere a realtà più complesse, attraverso metodi che vanno dalle droghe alle discipline linguistiche, dalla meditazione a un’educazione radicalmente innovativa, non sarà mai completamente coronato dal successo. L’umanità è troppo limitata, troppo poca cosa per afferrare la realtà. Ian Watson è forse lo scrittore di fantascienza contemporaneo che meglio sintetizza questi temi, e il meno illuso.” (citato in “Gli autori-Ian Watson e Michael Bishop”, di Giuseppe Lippi, “Urania” n. 1431, ed. Mondadori, 2002, pag. 202).
Versione: Dimensione File: 534.18 Kb
Aggiunto il: 01-Oct-2004 Downloads: 1006
Vota Risorsa | Dettagli



  Wolfe Gene 
Descrizione: È una delle figure di maggior spicco della Sf contemporanea: “…considerato da molti critici uno dei migliori scrittori di fantascienza e fantasy oggi in circolazione… se non addirittura il migliore in assoluto.” (Jack Dann & Gardner Dozois); “…il miglior scrittore di fantascienza contemporaneo ed è considerato dai critici uno dei più grandi autori americani.” (David G. Hartwell); “Gene Wolfe possiede l’inestimabile incomunicabile dono di intessere storie popolate di personaggi veri.” (James Frenkel); “…considerato da una parte della critica americana il miglior scrittore di fantascienza vivente…” (Ugo Malaguti);
Versione: Dimensione File: 540.04 Kb
Aggiunto il: 28-Sep-2004 Downloads: 1122
Vota Risorsa | Dettagli



  Jeter Kevin Wayne, a friend of Dick o dell'abisso 
Descrizione: Nato nel ‘50 a Los Angeles da famiglia d’origine ugonotta, ha fatto l’assistente sociale, svolgendo ricerche nel campo dell’AIDS, e agli inizi degli anni ‘70 si è laureato in sociologia al Cal State Fullerton, facendo la conoscenza di Tim Powers e James Blaylock. Ha vissuto molti anni all'estero, a Londra e in Spagna, e a San Francisco. Attualmente vive a Portland, in Oregon, con la moglie Geri. Docente di narrativa, avendo conseguito un Master alla San Francisco State University, ha anche scritto le sceneggiature per i quattro volumi di “Mister E” della DC Comics, del ‘91. Ha hanche lavorato nel campo della delinquenza minorile. La sua guida spirituale fu Philip K. Dick, che ebbe modo di conoscere in occasione dei suoi primi infruttuosi tentativi di pubblicare “dr. Addler”, e che poi frequentò a lungo, anche se, all’inizio, Dick, già sprofondato nella sua paranoia, lo credette una spia della CIA mandata a controllarlo. In questo saggio, esamineremo ad una ad una tutte le sue opere che abbiamo a disposizione in traduzione; che sono, quasi tutte, dei romanzi; infatti, Jeter ha scritto solamente una manciata, di racconti, di cui solamente uno è stato tradotto, qua da noi; così come le varie novelization a, “Star Trek Deep Space Nine”, “Alien Nation” e “Star Wars”.
Versione: Dimensione File: 456.05 Kb
Aggiunto il: 30-Sep-2004 Downloads: 1265
Vota Risorsa | Dettagli



  Curtoni Vittorio 
Descrizione: ...Vittorio Curtoni è stato molto di più che uno scrittore di racconti (...) È anche stato in pratica l’unico storico della fantascienza italiana, e uno dei principali traduttori e curatori di riviste e collane nel settore. [Mirko Tavosanis]
Versione: pdfzip Dimensione File: 471.68 Kb
Aggiunto il: 06-Feb-2005 Downloads: 1031
Vota Risorsa | Dettagli



  Gibson William, il signor cyberpunk 
Descrizione: William Gibson è il caposcuola indiscusso, se non il creatore vero e proprio, del movimento cyberpunk. Che non è un movimento letterario come abitualmente lo si concepisce, come lui stesso tiene a precisare: “...la gente ci vede come una sorta di movimento letterario. Non penso sia mai stato un vero movimento, diciamo piuttosto una tendenza.”. Non è che abbia prodotto molto, ma quelle poche cose sono divenute in breve dei cult della cultura fantascientifica mondiale, inaugurando, appunto, quella corrente che è andata per la maggiore nella seconda metà degli anni '80.
Versione: pdf\zip Dimensione File: 622.07 Kb
Aggiunto il: 30-May-2005 Downloads: 1380
Vota Risorsa | Dettagli



  Willis Connie, o del quotidiano 
Descrizione: Connie Willis è una delle voci più forti che la Sf abbia saputo ultimamente esprimere, e, questo, credo, sia dovuto, semplicemente, al fatto che, lei, sia quello che si suole dire una scrittrice vera, una persona, cioè, che scrive perché ne ha bisogno, perché ha qualcosa, dentro, che le preme prepotentemente per poter uscire fuori, diversamente dalla maggior parte degli scrittori di Sf.
“…porta collane di Peter Pan, è sempre inesorabilmente allegra e normale, ammette candidamente di partecipare alle riunioni Tupperware e di cantare in un coro, ha un senso dell'umorismo ferocemente sardonico ed è in definitiva una normalissima moglie e madre di famiglia.” (Gardner Dozois, “Prefazione” a “Al di là del tempo”).
Il suo lavoro è stato definito dal “New York Times” come: “…nuovo, sottile e profondamente commovente.”.
Versione: pdf/zip Dimensione File: 1.07 MB
Aggiunto il: 19-May-2005 Downloads: 1000
Vota Risorsa | Dettagli



  Simmons Dan, horror, fantasy, cyberpunk & thriller 
Descrizione: Dan Simmons è uno scrittore sorprendente e di difficile collocazione all'interno delle etichette letterarie: non solo riesce a produrre opere di valore nei generi più svariati (fantascienza, fantasy, horror...), ma tutto il suo lavoro ha grossi agganci con i classici della letteratura mainstream.
I più evidenti: “The Hollow Men” è legato tematicamente a Dante e T.S. Eliot con una struttura che si basa su quella dell'Inferno; “Hyperion” deve la sua struttura a “I racconti di Canterbury” e insieme a “The Fall of Hyperion” fa un esame dei temi cari a John Keats e si pone le stesse domande che il poeta si pone nei poemi omonimi; “Carrion Comfort” deriva il titolo e molti temi da una poesia di Gerard Manley Hopkins e un suo racconto del ‘93, “The Great Lover”, trae spunto e forza dalla produzione dei “poeti della guerra” morti quasi tutti nelle trincee durante la prima guerra mondiale
Versione: pdf/zip Dimensione File: 943.36 Kb
Aggiunto il: 18-Jul-2005 Downloads: 1316
Vota Risorsa | Dettagli





Seleziona Pagina: 1 2 3   [ Prossima Pagina >> ]


Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php