Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata



02 Watchmen - Super-Eroi

(attenzione, il presente articolo vuole essere una spiegazione dell'opera di Moore e Gibgons e non un invito alla

lettura, presenta quindi continui spoiler)

Ogni riferimento al testo e ogni citazione saranno seguite da tre numeri indicanti il capitolo, la tavola e la vignetta.

 

All'inizio Alan Moore aveva pensato di usare per i personaggi del suo graphic novel gli eroi che appartenevano alla linea narrativa di una casa editrice ormai defunta, la Charlton Comics, che da qualche anno era stata rilevata dalla DC. Questa idea, comunque, fu bocciata da un Editor della stessa DC, Dick Giordano, il quale riteneva che l'uso di personaggi come Blue Beetle, Captain Atom, the Question e the Peacemaker avrebbe rappresentato un danno per il possibile uso commerciale dei personaggi da parte della DC, un uso che poi ci fu realmente e questi personaggi tra gli anni '80 e 90 divennero figure importanti nell'universo della casa editrice. Di conseguenza Moore abbandonò l'idea e creò un gruppo del tutto nuovo di eroi, anche se rimasero come base i personaggi originali della Charlton Comics.

Il fatto si rivelò una fortuna per la serie, in quanto gli autori ebbero mano libera con personaggi completamente svincolati da riferimenti 'storici'.

Il primo gruppo di supereroi di Watchmen ha il nome di Minutemen, termine con il quale venivano indicati durante il periodo della rivoluzione quei volontari dell'esercito americano pronti a partire all'istante, e viene fondato nel 1939. Nel romanzo appaiono per la prima volta in una foto che è visibile in modo abbastanza completo in 1.8.7. (anche se la foto appare in modo parziale e irriconoscibile in 1.8.1. - 1.8.3. - 1.8.4. e 1.8.6.). La foto completa appare in 1.9.2. e, come spesso accade in Watchmen, è attraversata da una voluta di fumo.

La foto è scattata in 2.4.7. e i personaggi sono otto, più il fotografo (2.5.1.), su ordine di Owl il fotografo ne farà otto copie. L'azione avviene nell'ottobre del 1940 (l'immagine del calendario poggiato sul tavolinetto fa vedere solo la seconda cifra del giorno, 2, e quindi potrebbe essere o il due o il dodici o il ventidue, va detto che Watchmen inizia il 12 ottobre 1985, 1.1.1., quindi non è poi così assurdo pensare che la foto venga scattata il giorno 12) e i personaggi sono da sinistra a destra Mothman, Dollar Bill, Captain Metropolis, the Comedian, Silk Spectre, Hooded Justice, Nite Owl, il fotografo e Silhouette. Subito dopo questa scena the Comedian cercherà di violentare Silk Spectre e sarà scoperto da Hooded Justice. Per questo fatto sarà scacciato dal gruppo.

La storia del gruppo è narrata nell'autobiografia di Hollis Mason, il primo Nite Howl, presente nelle appendici ai capitoli 1, 2 e 3. Il gruppo si scioglierà nel 1949 a seguito del Keene Act.

Nel 1946 Silhouette viene espulsa dal gruppo e sei settimane dopo viene assassinata per vendetta da un nemico minore del gruppo (1.19.5.).

Mothman si ritirerà in un manicomio del Maine.

Capitan Metropolis nel 1974 verrà decapitato in un incidente stradale.

Qualcuno sparerà a Dollar Bill uccidendolo.

Hooded Justice scomparirà nel 1955 (ci sono forti sospetti che sia stato ucciso da the Comedian, per vendetta dopo essere stato scoperto durante il tentativo di violenza su Silk Spectre).

The Comedian viene gettato dal balcone del suo appartamento.

Riflettendo su questi fatti, Rorschach ritiene che qualcuno stia tentando di uccidere tutti i super-eroi. E' strana la preoccupazione di Rorschach in quanto le persone uccise appartenevano al gruppo Minutemen, gruppo a cui lui non faceva parte.

I super-eroi tenteranno poi di formare un secondo gruppo, i Crimebusters nel 1966, fatto avversato con violenza da the Comedian e di fatto la cosa abortirà alla prima riunione.  In 2.9.5. abbiamo il momento di questa prima riunione del gruppo con, da sinistra a destra, Janey Slater, Doctor Manhattan, Captain Metropolis, Silk Spectre II, Ozymandias, Nite Owl II, the Comedian e Rorschach.

La scena si dimostrerà di importanza fondamentale: è ricordata da Veidt durante il funerale di the Comedian (si veda la transizione tra 2.9.3. e 2.9.4. e quella inversa tra 2.11.7 e 2.11.8.) ed è il momento in cui egli sviluppa il piano criminoso per salvare il mondo.

E' particolarmente interessante notare come i due gruppi vengano mostrati in momenti di violenza e in entrambi i casi è sempre the Comedian a commetterla. C'è poi una distinzione 'temporale' nei costumi dei due gruppi che riflette i due diversi momenti storici delle storie di super-eroi.

Moore, inoltre, fa un uso più sottile dei personaggi mascherati: sono molti i personaggi che credono di essere in possesso di una speciale abilità che permette loro di scrutare fino in fondo la natura dell'esistenza umana (la molla, forse, che li ha spinti a diventare giustizieri mascherati). I tre personaggi attorno a cui ruota tutta la storia, the Comedian, Veidt e Rorschach, sono quelli che mettono maggiormente in risalto questo tema, un tema presentato già all'inizio (1.1.1., 'I have seen its true face' che poi è ampiamente sviluppato nel Cap. 5 (non a caso intitolato 'Fearful Symmetry') ma a cui si ricollega soprattutto il motivo dello smile e di tutti i suoi derivati (visi visti attraverso oggetti rotondi o persone prese per il bavero) e soprattutto quello della macchia sull'occhio.






[ Indietro ]

Le Stelle della Fantascienza

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (315 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php