Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
WATCHMEN 4 Dr Manhattan


02.2 Watchmen - Dr Manhattan

(attenzione, il presente articolo vuole essere una spiegazione dell'opera di Moore e Gibbons e non un invito alla lettura, presenta quindi continui spoiler)

Ogni riferimento al testo e ogni citazione saranno seguite da tre numeri indicanti il capitolo, la tavola e la vignetta.

Jonathan Osterman

pseudonimo: Dr. Manhattan

Nato nel 1929, è il superuomo di Watchmen: i suoi poteri non hanno limiti e sono incomprensibili anche per il suo possessore, ma il loro pieno sfruttamento è bloccato da quella che potremmo definire l'ineluttabilità del divenire storico.

Il padre di Osterman era un orologiaio e spinse il figlio, dopo Hiroshima, a studiare fisica atomica invece di seguire la professione di famiglia (4.3.). Jonathan unisce qui i due motivi principali di Watchmen, quello dell'orologio e quello dell'atomica, e suggerisce la fusione tra watch-men e watch-maker.

Jonathan si iscrisse a Princeton nel 1948 e ottenne il suo Ph.D. in fisica atomica nel 1958. Nel maggio del 1959 riuscì ad entrare nei programmi di ricerca alla Gila Flats sotto la direzione del professor Milton Glass. E' durante questo periodo che intreccia un rapporto con una sua collega, Janey Slater. Gli orologi e Janey saranno i due fattori che scateneranno il suo cambiamento: andando a riprendere l'orologio della ragazza che lui stesso aveva accomodato rimarrà intrappolato in un esperimento all'interno di un separatore di campo intrinseco. La sua intera struttura verrà frantumata a livello atomico e dispersa (come ha fatto il padre con i vari congegni dell'orologio il giorno della bomba di Hiroshima) ma lui con la pazienza di un orologiaio rimetterà tutto assieme di nuovo ricomponendosi. L'esperienza però lo trasformerà sia fisicamente (avrà la pelle blu, sarà completamente glabro, avrà dei super-poteri e il suo processo di invecchiamento sarà quasi del tutto arrestato) che mentalmente (acquisterà una coscienza quantistica che gli permetterà di comprendere e dominare tempo, spazio e materia).

I suoi nuovi poteri gli permettono di percepire il tempo come un continuum dalle molte sfaccettature, un fatto che influisce sul tipo di narrazione usata dagli autori per i brani visti attraverso il suo punto di vista: una giustapposizione di piani temporali diversi uniti dai legami più vari, una tecnica di narrazione sperimentata dagli autori di inizio novecento e denominata 'stream of consciousness'. La sua capacità di viaggiare attraverso il tempo, comunque, non gli permette di intervenire sullo svolgimento delle cose e di modificare gli avvenimenti: il tempo è sentito con una fortissima valenza di predestinazione: tutto avviene simultaneamente e quindi tutto accade allo stesso tempo e quindi nulla può essere modificato.

I suoi poteri e la comprensione fatalistica di essi ne fanno una figura isolata e aliena al mondo degli uomini. Molto spesso è stato paragonato ad un dio che osserva distaccato le vicende delle proprie creature. L'ironia della situazione è forse proprio qui, nel suo essere un Dio materialista: "A live body and a dead body contain the same number of particles. Structurally there's no discernible difference" ["Un corpo vivo e un corpo morto contengono lo stesso numero di particelle. Strutturalmente non c'è alcuna differenza visibile"](1.21.3.)

I suoi poteri verranno sfruttati dal governo statunitense che lo arruolerà come agente governativo (assieme a the Comedian) e lo userà per porre fine alla guerra in Vietnam.

Anche qui, molte sono le correlazioni tra l'atomica e Manhattan: mezzo per porre termine ad una guerra interminabile, arma strategica nella guerra fredda...

Col passare del tempo il rapporto con una Janey Slater che invecchia si logora e Osterman inizia una relazione con Laurie Juspeczyk, la seconda Silk Spectre. Il suo distacco dalle vicende umane, però mette in crisi il loro rapporto e alla fine Laurie lo lascia. Nel frattempo viene accusato di essere un vettore di diffusione del cancro (accusa orchestrata da Ozymandias, Adrian Veidt) e la cosa lo spinge ad auto esiliarsi su Marte.

Laurie riesce a convincerlo a tornare per un breve tempo sulla terra per aiutare lei, Nite Owl II e Rorschach a cercare di arrestare il piano di Ozymandias per 'salvare' il mondo dopodichè deciderà di lasciare l'universo conosciuto per crearsi un proprio universo.

Come detto il personaggio si basa su un super eroe esistente, Captain Atom, identità segreta di Nathaniel Christopher Adam, che poi assumerà lo pseudonimo di Cameron Scott. Adam, condannato per un crimine che non ha commesso accetta di partecipare ad un progetto sperimentale, il Captain Atom Project, che aveva come scopo la creazione di un super eroe e che usava una combinazione di fisica nucleare e un metallo alieno vivente. I risultati del progetto sono due: Captain Atom e uno psicopatico incontrollabile, Major Force. [collegamenti: The Unofficial guide to the DC universe - Captain Atom Project - Captain Atom]






[ Indietro ]

Le Stelle della Fantascienza

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (786 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php