Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
WATCHMEN 6 Ozymandias


02.4 Watchmen - Adrian Veidt

(attenzione, il presente articolo vuole essere una spiegazione dell'opera di Moore e Gibbons e non un invito alla lettura, presenta quindi continui spoiler)

Ogni riferimento al testo e ogni citazione saranno seguite da tre numeri indicanti il capitolo, la tavola e la vignetta.

 

Adrian Veidt

pseudonimo: Ozymandias

 

Nato nel 1939 da genitori tedeschi, Adrian fin da ragazzo dimostrò un'intelligenza al di fuori di ogni paragone, tanto da creare sospetti nelle persone che venivano a contatto con lui; per questo, ben presto, imparò a dissimularla, mostrandosi come un ragazzo completamente normale. All'età di sedici anni rimase orfano di entrambi i genitori, ma grazie ad una cospicua eredità si ritrovò indipendente sotto l'aspetto finanziario  e decise "di fare qualcosa" della propria vita.

Il suo idolo da sempre fu Alessandro Magno, il grande condottiero che da giovanissimo conquistò la maggior parte del mondo conosciuto. Deciso a ripeterne le imprese si pose in viaggio dalla Turchia per seguirne le tracce, oltrepassando poi i confini da lui raggiunti e visitando anche India e Cina, dove imparò varie forme di arti marziali. La notte prima di far ritorno in America, ad Alessandria, sotto l'influsso dell'hashish ebbe una visione che gli mostrò la grandezza dei faraoni e della cultura egiziana. Subito decise di porsi al lavoro per ricreare la grandezza dell'impero egizio. Adottò il nome di Ozymandias, la dizione greca del nome di Ramses II, e si dedicò anima e corpo alla lotta contro il male che frena lo sviluppo dell'uomo. Nel 1966, durante la fallita riunione dei Crimebuster arriva a comprendere che il destino dell'uomo è segnato e che la distruzione è ormai prossima. Capisce che il proprio destino è quello di salvare l'umanità e pone in atto un piano per realizzare questa missione. Mette in piedi un impero economico totale (la Veidt Corporation) che produce di tutto. I profitti proveniente da un suo brevetto sullo 'spark hydrant' saranno usati per fondare la Dimensional Developments. Il suo piano, che viene descritto completamente nel capitolo 11 è centrale per lo sviluppo della trama di tutta l'opera: la morte di the Comedian all'inizio del volume è causata dal fatto che quest'ultimo aveva scoperto il piano di Veidt e minacciava di renderlo pubblico.

Ozymandias è basato sul personaggio di Thunderbolt, pseudonimo di Peter Cannon, un occidentale nato in un monastero tibetano proprio nel momento della morte del protettore, il Vajra. I monaci, convinti che il protettore si sarebbe reincarnato nel corpo di un neonato, testarono tutti i nati al momento della morte del Vajra. Riconosciuto come sua reincarnazione, Peter viene allevato come futuro protettore del monastero ma un suo amico, ritenendosi lui il vero successore, gli ruba i documenti segreti che dovrebbero permettergli di raggiungere la pienezza dei poteri mentali. [collegamenti: Thunderbolt - the unofficial guide to DC universe]

Ozymandias è perfetto: aspetto affascinante, fisico atletico, posizione economica dominante, alto biondo e dagli occhi azzurri. Il costume da super eroe è un misto di stili greco-egiziani, carico di oro.

La sua straordinaria potenza mentale rende bifficile la comucazione con gli altri individui della sua razza, rendendolo un tipo schivo e modesto nei rapporti interpersonali.

E' un assertore convinto della teoria del nodo gordiano (se ne vedano i molti riferimenti tematici all'interno dell'opera), ritenendo che a volte si devono prendere decisioni drastiche per risolvere problemi complessi: l'esempio principale di questo atteggiamento è il suo piano per salvare il mondo che costerà la vita di tre milioni di persone.






[ Indietro ]

Le Stelle della Fantascienza

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (687 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php