Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
La terza memoria


di Maico Morellini, "Urania" n. 1630, ed. Mondadori, 2016, 6,50 €, 294 pagg.


In un lontano futuro una catastrofe davvero particolare ha distrutto quasi interamente l’umanità; "La parola scritta… ha preso vita…. Chi riesce a controllare ciò che scrive detiene un potere al di là dell’ipotizzabile…" (pag. 47).

Qualunque cosa si scriva, diventa realtà, e, prima di poterci fare qualcosa, il mondo viene, comprensibilmente, distrutto.

Il romanzo racconta di quanto sopravvive, a quella distruzione, ed è ambientato a Roma.

E non a caso, visto che i protagonisti sono, in qualche modo, gli eredi di quello che era stato il potere papale.

Persone che hanno trovato il modo di controllare il potere delle parole, di usare il loro avverarsi in maniera costruttiva, invece che distruttiva.

E, con quel potere, tentano di ridare un po’ di civiltà al mondo.

Ci sarà una guerra con un altro potere forte, che usa i numeri per acquisire potere, ma non ne ha lo stesso controllo che Roma ha delle parole.

E verrà un uomo misterioso, che condurrà, alla fine, i protagonisti alla scoperta della Verità; il Verbo, quel potere delle parole, era stato dovuto ad un computer che aveva accumulato in sé l’intero scibile umano, e che, ad un certo punto, l’aveva come sputato fuori, in forma appunto quasi tangibile, e, purtroppo, anche distruttiva.

Computer che poi aveva tentato di rimediare creando degli esseri umani che, appunto, riuscissero a controllarla.

Alla fine, il Verbo, anche in quella forma addomesticata, sparirà, e l’umanità potrà tornare a vivere in un mondo normale.

Come l’autore stesso ci dice nell’intervista in appendice, "La terza memoria è prima di tutto un omaggio all’arte di scrivere, al potere delle parole." (pagg. 282-284; 283), e lo si era facilmente intuito.

Il racconto è scritto davvero bene, in una prosa che risulta, prevalentemente, avvincente, e l’idea di base è decisamente originale, cosa che, come ben sappiamo, è ormai davvero difficile.






[ Indietro ]

Recensioni Fs italiana

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (133 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php