Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
Una magica avventura


di Rossana Camerano, "Narrativa", ed. Nuovi autori, ’94, 15.000 £, 144 pagg.


Una vera e propria fiaba, con tanto di intento morale.

Una ragazzina trova, in casa propria, una porticina, che non c’era mai stata, e, seguendo il suo gatto che vi si intrufola, comincia un’incredibile avventua.

Che sarà, appunto, magica.

Ella, infatti, attraverserà cinque regni, della fantasia, della creatività, della mitologia, della spiritualità e della conoscenza. E sarà un succedersi continuo di meraviglie una più… meravigliosa della precedente, fra esseri magici di ogni tipo, luoghi fatati, rimpicciolimenti ed emersioni (di creature magiche), e quanto altro.

Forse il difetto più macroscopico, di quest’opera, è questo affastellarsi senza tregua di queste meraviglie.

Che, per più di cento pagine, stancano un po’.

Comunque.

Alla fine la protagonista tornerà nel mondo reale con una verità che le addolcirà la vita: quando si muore non si viene annientati, ma si va in un altro luogo, dal quale si rimane in contatto coi viventi.

"Tutto è nato dai tuoi sogni, dai tuoi desideri, dai tuoi ricordi e dalla tua straordinaria creatività, troppe volte stemperata in un’immensa solitudine." (pag. 134).

Che la protagonista sia la narratrice è palesato in maniera esplicita (alla fine, deciderà di scrivere… "Una magica avventura").

E, quando torna nel mondo reale, le sarà anche stato detto che incontrerà il… principe azzurro, e che lo saprà riconoscere facilmente.

Un Grande Saggio, nel racconto, la… coccolerà, e: "… piacevole sensazione di affetto e di calore, quello che il suo cuore anelava tanto da soffrirne, come soffre l’assetato in una terra arida. Lei aveva bisogno di amore, di affetto, di calore, e solo ora si accorse di quanto grande fosse questo bisogno, di quante volte l’avesse represso, mascherandolo con le più diverse motivazioni per la paura di doverne prendere atto, di doversi trovare di fronte alla sua disperata solitudine." (pag. 109).

Insomma, "… un viaggio iniziatico fondato sui valori assoluti…" ("Prefazione", di Luigi Surdich, pagg. 5-6; 5), attraverso il quale si raggiunge una controprova fattuale alla propria fede, e la rassicurazione che la propria maggiore preoccupazione, la solitudine, il desiderio d’amore, sarà soddisfatta.

Vabbè che le fiabe sono consolatorie per definizione, ma qui mi pare si esageri un po’.

La prosa, comunue, è buona, e, in fin dei conti, riesce a non far pesare più di tanto quell’afffastellarsi di continue meraviglie.






[ Indietro ]

Recensioni Fs italiana

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (441 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php