Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
Terry Carr, passione e poesia 1-'50/'75


Nato a Grants Pass, Oregon, il 19 febbraio '37, è cresciuto a San Francisco, studiando all'Università della California.

Sposato con Miriam Dyches il 31 gennaio ’59, da cui ha divorziato nel ’61, per risposarsi con Carol Newmark Stuart il 7 settembre ’61; si è quindi trasferito a New York, dove ha abitato fra il '61 e il '71, prima nel Greenwich Village, e poi, dal '63, nel Brookling Heights.

Nel ’62 mandò il suo primo racconto in visione alla "The Magazine of Fantasy & Sf", e il primo romanzo alla Ace.

Ha dapprima lavorato nell'agenzia letteraria di Abraham Meredith, per poi diventare il curare della Ace, dal ’64 al ’71.

In quegli anni, a partire dal ’68, editò la serie "Ace Specials", 35 titoli fra i più importanti di quegli anni, per la quale vinse il Sf Chronicle ’85, e ebbe la n omination alle edizioni ’86 e ’87.

Ha poi cominciato a curare le famose antologie del meglio dell'anno, prima con Donald A. Wollheim, poi da solo.

La sua collaborazione con la Ace proseguì poi nell’’84, con una seconda serie di "Ace Special", ma l’Autore morì prima di poter pubblicare tutti i titoli che voleva, e la serie fù ultimata da Damon Knight.

Morto il 7 aprile '87 a Oakland, California, per un attacco cardiaco dovuto a complicazione del diabete.


"… voce interessante e forte della fantascienza contemporanea." ("Nova Sf*")


Science Fiction is literature about the future, telling stories of the marvels we hope to see-or for our descendants to see-tomorrow, in the next century, or in the limitless duration of time" (Terry Carr)


Terry Carr è una figura piuttosto anomala, nella sf americana.

Egli, infatti, viene dal fandom, nel quale è stato molto attivo. Qua da noi, che le personalità più rilevanti del settore vengano dal fandom è normale, ma, negli States, decisamente no.

E, l’entusiasmo, non gli venne meno, quando passò al professionismo.

Come ben sappiamo, egli è stato importante, per l’sf, più per la sua attività di curatore, che per quella di scrittore: "… la sua impronta rimane nella fantascienza americana, in senso positivo per aver scoperto e lanciato … la nuova generazione di scrittori… e in senso negativo per aver in qualche modo generato diatribe sciocche come quella dei cosidetti cyberpunks..." ("Scrivere o far scrivere?", "Nova Sf*" n. 10, pag. 108).

Nel curare la famosa serie degli "Ace specials" e le antologie del "The Best of the Year", egli portò il suo entusiasmo di fan. Che gli faceva cercare non tanto l’opera più conveniente, economicamente, ma quella realmente valida.

Alla lunga, come ben si sa, la qualità ripaga, e i notevoli sforzi economici che furono necessari per acquistare i diritti delle migliori opere del momento, vennero ripagate da ottime vendite: "I suoi libri si vendono talmente bene che non posso mostrargli le cifre esatte, se no ci chiederebbe un aumento troppo alto." (il supervisore alle vendite della Ace, citato in "Le confessioni di Terry Carr", pag. 14).

Come vedremo, la già scarsa narrativa del Nostro è stata tradotta pochissimo, qua da noi.


1950

-Saggio: "Edison Marshall Admirer", lettera, "Famous Fantastic Mysteries", aprile, pag. 120

-Saggio: Letter, "Fantastic Adventures", agosto, poi "Fantastic Adventures", Uk, #6, ’51, pag. 128

1951

-Saggio: Letter, "Fantastic Adventures", febbraio, pag. 120

-Saggio: Letter, "Startling Stories", luglio, pag. 138

-Saggio: Letter: "Pseudonym?", "Fantastic Adventures", settembre, pag. 117

-Saggio: Letter: "Foiled Again!", "Fantastic Adventures", dicembre, pag. 121

-Fanzine curata: "Stfmag!", con Robert Stewart: n. unico, ('52?), 8 pagg.

1952

-Saggio: Letter: "There's a Difference", "Fantastic Adventures", gennaio, pag. 127

-Fanzine curata: "Vulcan", con Peter Graham: n. unico, maggio, 20 pagg.; dell'Autore: saggio: "Science Fiction or Fantasy-Which?"

-Fanzine curata: "Looking Backward", con Peter Graham: n. 1, 18 pagg., n. 2, 16 pagg.

1953

-Saggio: "Fantastuff", "Peon" #27, vol. 6, n. 2, maggio, pag. 27, poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Saggio: Letter, "Fantastic Story Quarterly", luglio, pag. 138

1954

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 1, estate

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 2, 8 pagg.

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 3, novembre, 6 pagg.

1955

-Saggio: "Backward, O Time!", "Abstract" #9, gennaio, pag. 12

-Fanzine curata: "Blood, Sweat and Bheers", con Peter Graham e David Rike, n. unico, giugno (data sul bollo di spedizione)

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 4, agosto, 12 pagg.

1956

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 1, giugno, 31 pagg.; dell’Autore: saggio: "I Fear The Worst"

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 5, settembre

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 2, ottobre, 28 pagg.; dell’Autore: saggio: "Face Critturs"

1957

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 3, marzo, 22 pagg.; dell’Autore: saggio: "Inn a Mist", editoriale, poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Racconto: "The Chaser of the Rye", "Innuendo", nn. 3/6, marzo/novembre, con lo pseudonimo di Carl Brandon, poi antologizzato, come "The Cacher", in "The Cacher of the Rye" (Obsessive Press, ’82: 6.00 $), ed. limitata, 200 copie, e "Between Two Worlds", ‘86

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 6, aprile

-Fanzine curata: "Blast", n. unico, maggio

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 7, novembre, 12 pagg.

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 6, novembre, 85 pagg.

-Fanzine curata: "Dolor", con Dave Rike, Carl Brandon e Ron Ellik, n. 1 (unico?), 14-15 dicembre

-Racconto: "The Flagstone", con lo pseudonimo di Norman Edwards, in "Upon the Midnight", a cura di Randolph C. Bull (Macdonald: 288 + xii pagg.), pag. 194

-Fanzine curata: "Amenti", nn. 2-3

1958

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 8, gennaio

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 7, febbraio

-Fanzine curata: "Fanac" n. 1, febbraio, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 2/6, marzo, 2-4-4-4-4 pagg.

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 1, 17 aprile

-Fanzine curata: "Incomplete Burbee", con Pete Graham, Ron Ellick, Jack Chapman Miske e altri, per un compleanno di Charles Burbee, n. unico, 26 aprile, 3ª ristampa maggio '74; dell’Autore: saggio: "Impractical Plot (Boyd Raeburn)"

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 7/10, aprile, 6-4-4-6 pagg.

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 2, 9 maggio

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 11/14, maggio, 4-6-4-6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 15/18, giugno, 6-6-6-6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 19/21, luglio, 4-4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 22-23, agosto, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 9, agosto

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 8, agosto, 60 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 24-25, settembre, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 3, 30 ottobre

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 26/28, ottobre, 6-8-4 pagg.

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 4, 6 novembre

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 5, senza giorno, novembre

-Fanzine curata: "Fanac" n. 29, novembre, 10 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 30-31, dicembre, 8-6 pagg.

-Saggio: "The Fan Who Hated Quotecards", "Goojie Publications" n. 1, poi antologizzato in "The Best of Fandom-1958", a cura di Guy Terwilleger (Boise, Idaho: 0.75 $, 116 pagg.), "Energumen" n. 16, settembre ’81 e in "Fandom Harvest", ‘86

-Rubrica: "Fandom Harvest", "Cry of the Nameless", /‘68

1959

-Fanzine curata: "The Barrington Bull" n. 6, 24 gennaio, ultimo

-Fanzine curata: "Fanac" n. 32, gennaio, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fannish" n. 1, febbraio, stesso di "Fanac" n. 34, antologizzato (?: è di 30 pagg., il brano antologizzato è di circa 5) in "Fandom Harvest", ’86

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 33-34, febbraio, 6-30 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 35, marzo, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 36-37, aprile, 4-6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 38-39, maggio, 6-4 pagg.

-Fanzine curata: "Klein Bottle", n. 1, maggio

-Fanzine curata: "Stormy Petrel", n. unico, maggio, 30 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 40, giugno, 6 pagg.

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 9, giugno, 64 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 41, luglio, 6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 42, agosto, 6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 43, settembre, 6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 44-45, ottobre, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Klein Bottle" n. 2, novembre

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 1, 21 novembre, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 46-47, novembre, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 2, dicembre, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 48-49, dicembre, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 10, dicembre, 100 pagg.

-Racconto: "The BNF Of Iz", con Ron Ellik e Ted E. White

1960

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 50-51, gennaio, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Hobgoblin" nn. 3-4, gennaio, 2-2 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 52-53, febbraio, 4-46 pagg.

-Fanzine curata: "Fannish" n. 2, febbraio

-Fanzine curata: "Klein Bottle" n. 3, febbraio

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 54-55, marzo, 4-2 pagg.

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 5, marzo, 2 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 56, aprile, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Egoboo A Day From All Over": n. 1, con "Fanac" n. 56, aprile, 10 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 57/59, maggio, 4-4-4 pagg.

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 6, maggio, 2 pagg.

-Fanzine curata: "Klein Bottle" n. 4, maggio

-Fanzine curata: "Fanac" n. 60, giugno, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" , n. 61, (giugno-luglio ?), 6 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 62, luglio, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" n. 63, agosto, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Klein Bottle" n. 5, agosto

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 64-65, settembre, 2-8 pagg.

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 66-67, con Miriam Carr, novembre, 6-4 pagg.

-Fanzine curata: "Klein Bottle" n. 6, novembre

-Fanzine curata: "Fanac" n. 68-69, con Miriam Carr, dicembre, 4-4 pagg.

-Fanzine curata: "The Expurgated Boob Stewart", n. unico, 47 pagg.

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 1 ('61?)

1961

-Fanzine curata: "Fanac" nn. 70-71, con Miriam Carr, gennaio, 6-6 pagg.

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 2, febbraio, 30 pagg.

-Fanzine curata: "Defenestration", con Miriam Carr, n. unico, febbraio

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 3, agosto

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 4, novembre

1962

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 7, gennaio, 14 pagg.

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 5, febbraio, 96 pagg.

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 8, aprile

-Racconto: "Who Sups With the Devil", "The Magazine of Fantasy and Sf", maggio, pag. 6

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 6, maggio, 18 pagg.

-Fanzine curata: "Dark Star" n. 1, giugno, 30 pagg.

-Racconto: "Stanley Toothbrush", con lo pseudonimo di Carl Brandon, tradotto, da ?, come "Stanley Toothbrush", "Fantasia e fantascienza" n. 3, ed. Minerva, ’63 (250 £, 136 pagg.; prezzo dei remainders: 18,00 €), pagg. 18-36; "The Magazine of Fantasy & Sf", luglio, pag. 42, poi antologizzato in "New Worlds of Fantasy", a cura dell’Autore, ‘67, "Other Dimensions", a cura di Robert Silverberg (Hawthorne, ’73: 178 + ix pagg.) poi (Pinnacle, ’74: 0.95 $, 178 + ix pagg.), pag. 70 e "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto in ceco come "Standa Kartáček", "Nemesis" 2/‘95 (Magnet-Press)-un uomo scopre di avere il potere di cancellare dal Mondo, o di farvele apparire, tutte le cose che vuole. E le persone. Su questa trovata l’Autore crea una storiella divertente, imperniata sulla gelosia, nella quale i caratteri psicologici dei personaggi sono molto ben delineati. Soffermandosi su particolari della quotidianità che, raramente, sono seguiti così dettagliatamente nei racconti di Sf.

-Racconto: "Brown Robert", tradotto, da ?, come "Robert", "Fantasia e fantascienza" n. 3, ed. Minerva, ’63 (250 £, 136 pagg.; prezzo dei remainders: 18,00 €), pagg. 125-131; "The Magazine of Fantasy & Sf", luglio, pag. 75, poi antologizzato in "Alpha 6", a cura di Robert Silverberg (Berkley Medallion, ’76: 1.50 $, 211 + x pagg.), pag. 132, "The Light at the End of the Universe", ’76 e "Light Years and Dark", a cura di Michael Bishop (Berkley, ’84: 8.95 $, 498 + xiv pagg.), pag. 55, e "Sci Fiction website", 20 aprile 2005; tradotto in francese, da Jean Laustenne, come "Le saut dans le vide", "Fiction" n. 140, giugno ’65, pagg. 69-76, in spagnolo come "El perfecto Robert", "Historias para no dormir" vol. 2, n. 4 (Julio García Peri, ’68: 128 pagg.), pagg. 35-42, in svedese, come "Mörke Robert", "Häpna!" n. 6-7/’64 (Grafiska Förlaget Kindberg & Söner AB) e in tedesco, da Hans-Ulrich Nichau, come "Der braune Robert", nella traduzione di "Science Fiction for people who hate Science Fiction", ’66, "Die Superwaffe", che lo aggiunge-sui viaggi nel tempo, è, però, molto umanista, seguendo, prevalentemente, ciò che accade nell’animo del protagonista/narratore. Che è l’assistente dello scienziato pazzo di turno che inventa la Macchina del Tempo. E ne è invidioso, del suo successo nel lavoro, e con le donne. Così che ubbedirà a quanto gli viene chiesto senza dire quanto aveva capito, e il brillante scienziato no. Che, viaggiare nel Tempo comporta anche viaggiare nello Spazio, "… dato che essa (la Terra) si muove intorno al sole alla velocità di circa diciotto miglia al secondo…" (pag. 131). Lo scienziato, così, tornerà morto, "… ucciso dalla pressione dell’ossigeno sul suo corpo…" (idem).

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 7, agosto

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 9, ottobre

-Racconto: "Hop-Friend", "The Magazine of Fantasy & Sf", novembre, pag. 31, poi antologizzato in "The Best from Fantasy and Science Fiction: 12", a cura di Avram Davidson (Doubleday, ’63: 3.95 $, 225 pagg.) poi (Sfbc, ’63: 1.20 $, 225 pagg.), (Panther, ’67: 176 pagg.), (Ace, ’67: 0.50 $, 254 pagg.), pag. 239 e (Pocket, ’70: 0.75 $), "First Step Outward", a cura di Robert Hoskins (Dell, ’69: 0.60 $, 224 pagg.), pag. 114, "A Pocketful of Stars", a cura di Damon Knight (Doubleday, ’71, poi ‘72: 5.95 $, 294 + xiv pagg.), pag. 156, poi (Pan, ’74: 0.50 £, 318 pagg.), pag. 177, "The Aliens", a cura di Robert Silverberg (Thomas Nelson, ’76: 6.95 $, 189 pagg.), "The Light at the End of the Universe", ’76, "The Science Fictional Solar System", a cura di Isaac Asimov, Martin H. Greenberg e Charles G. Waugh (Harper & Row, ’79: 11.95 $, 313 pagg.) poi (Sidgwick & Jackson, ’80: 6.95 £, 317 pagg.), pag. 134, (Readers Union/The Science Fiction Book Club, Uk, ’81: 317 pagg.), pag. 134 e (HarperCollins, ’82: 1.50 £, 336 pagg.), "The Best of All Possible Worlds", a cura di Spider Robinson (Ace, ’80: 2.25 $, 373 pagg.), pag. 169 e "Top Science Fiction", a cura di Josh Pachter (Dent, ’84: 8.95 £, poi ’85: 2.95 £; 340 + viii pagg.), pag. 99; ed. finlandese: "Top Science Fiction 2" (Jalava, ’93): "Hyppyheikki", spagnola: "La crema de la ciencia ficción" (Emecé, ’84, poi ’99: 428 pagg.), trad. Alicia Steimberg: "El saltarín", tedesca: "Top Science Fiction 3" (Heyne, ’90: 9,80 marchi, 348 pagg.), trad. Edda Petri: "Mein Freund Hopser"; e "Sci Fiction website", 5 giugno 2002; tradotto in francese, da Michèle Santoire, come "Amitié sur mars", "Fiction" n. 149, aprile ‘66, pagg. 111-122, in giapponese, da Hitoshi Yasuda, come "ホップ・フレンド", in "天使の卵", a cura di Jun Kazami e Hitoshi Yasuda (ShueiSha bunko, ’81), in greco, come "Ο Πηδηχτός Φίλος", "Αναλόγιο" n. 2, novembre ’76, in russo, da И. Найденков, come "Дружба на Марсе", in "Окончательный ответ", a cura di И. Найденков (Ооо Красико-Принт, 2002: 5.100экз., 255 pagg.), pagg. 220-232 e in spagnolo, anche come "Amigo saltador", da Fernando Lagar, in "El hombre en otros mundos" (Sirio, ’78: 128 pagg.), pagg. 7-22 e da Francisco Abelenda, in "Minotauro 6" (Minotauro, Argentina, ’65: 128 pagg.)

-Racconto: "A Complete Mystery", "The Saint Detective Magazine", Uk, dicembre, poi antologizzato in "Between Two Worlds", ’86; tradotto in olandese come "De onoplosbare moord", "Saint Magazine" n. 7, ‘67 (A.W. Bruna)

-Racconto: "Egoboo For Algernon", "Ragnorok" n. 6

1963

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 10, febbraio

-Racconto: "I, Executioner", con Ted White, tradotto, da Bianca Russo, come "Io, il boia", in "I polimorfi e altri racconti", "Urania" n. 352, ed. Mondadori, ’64 (200 £, 128 pagg.; prezzo dei remainders: 6,00 €), pagg. 34-41; "If", marzo, pag. 121-in una utopia negativa futura coloro che hanno sintomi di "… tendenza all’evasione…" (pag. 39) vengono arrestati e portati in un’arena, ad essere giustiziati da una sorta di giuria popolare. Il racconto segue la storia di un giovane che va ad una di queste esecuzioni, nella quale avrà appunto la parte del boia, per scoprire che, fra i condannati, c’è una sua vecchia fiamma, tutt’ora innamorata di lui. Avrà, con lei, una fortissima esperienza telepatica, che gli farà rivivere, sulla propria pelle, prima la loro storia vista dal suo punto di vista, e poi gli eventi che avevano portato all’arresto, fino all’esecuzione stessa. Alla fine, chiaramente, anche lui verrà arrestato.

-Racconto: "The Old Man of the Mountains", "The Magazine of Fantasy & Sf", aprile, pag. 89, poi antologizzato in "New Worlds of Fantasy # 2", a cura dell’Autore, ’70, e "The Light at the End of the Universe", ‘76

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 10, aprile

-Romanzo: "Warlord of Kor" (Ace Double, (primo quadrimestre): 0.40 $, 97 (+ 126) pagg.), con "The Star Wasps", di Robert Moore Williams, poi (Wildside Press, 2006: 12.95 $, 116 pagg.), (Aegypan, 2006: 10.95 $, 120 pagg.), (Echo Library, 2007: 6.01 £, 72 pagg.), (BiblioBazaar, 2007: 19.99, 16.99 $, 106-98 (ed. a pagine larghe) pagg.), in versione audio, MP3 (LibriVox, 2007), (Phoenix Pick, 2008: 5.99 $, 116 pagg.) e in edizione Kindle (2009: 2,99 $, 103 KB); tradotto in russo, da А. Барков, come "Повелитель войн кор", in "Небесное святилище" (Альтерпрес, ’95: 3000 экз, 544 pagg.), pagg.361-462; contributi critici: recensione di P. Schuyler Miller, "Analog", dicembre ‘63, pag. 90

-Fanzine curata: "Lighthouse"n. 8, maggio, 4 pagg.

-Fanzine curata: "Dark Star" n. 2, giugno, 24 pagg., ultimo

-Racconto: "Buddha with a Light Bulb", "The Realistic" n. 42, agosto, pag. 10, poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 9, agosto

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 11, ottobre

1964

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 12, gennaio

-Saggio: "Fanzine Fanfaronade", "The Magazine of Fantasy and Sf", aprile, pag. 77, poi "Sleight of Hand" #2, estate/autunno 2003, pagg. 3-7

-Racconto: "Touchstone", tradotto, da Claudio de nardi, come "Pietra di paragone", in "Top fantasy" (Top Fantasy, ‘85), a cura di Josh Pachter; ed. or. (Dent: 9.50 £, poi ’86: 3.50 £; 311 pagg.), pag. 104; tedesca: "Top Fantasy 1" (Heyne, ’87: 9,80 marchi, 300 pagg.), trad. Lore Strassl: "Der Pruefstein"; "Narrativa", ed. Reverdito, ’89 (28.000 £, 352 pagg.; prezzo dei remainders: 26,00 €; correlati critici: presentazione, dell’Autore, pagg. 111-112), pagg. 112-125; "The Magazine of Fantasy & Sf", maggio, pag. 103, poi antologizzato anche in "The Best from Fantasy and Science Fiction: 14", a cura di Avram Davidson (Doubleday, ’65: 4.50 $, 251 + viii pagg.) poi (Sfbc, ’65: 1.20 $, 251 pagg.), (Gollancz, ’66: 251 pagg.), (Ace, ’68: 0.75 $, 255 pagg.), pag. 94 e (Panther, ’69: 203 pagg.), "Into the Unknown", a cura dell’Autore, ’73, "The Light at the End of the Universe", ‘76 e "Magic for Sale", a cura di Avram Davidson (Ace, ’83: 2.75 $, 210 + xiv pagg.), pag. 61; ed. spagnola: "Los mejores relatos de fantasía I" (Martínez Roca, ’85: 5,25 €, 208 pagg.), trad. César Terrón: "Piedra de toque"; e "Sci Fiction website", 4 giugno 2003; tradotto in francese, da Denise Hersant, come "La pierre de touche", "Fiction" n. 136, marzo ‘65, pagg. 63-75, in giapponese, da Hitoshi Yasuda, come "試金石", "S-f magazine" n. 4/’79, #246 e in svedese, come "Den magiska stenen". "Häpna!", n. 2-3/’65 (Grafiska Förlaget Kindberg & Söner AB)-fantastico, come l’Autore, nella premessa, ci dice essere stati i suoi primi racconti, parte, classicamente, con un acquisto in una libreria dall’aura magica. Ma non di un libro, ma di un... sasso. Che ha dei poteri rilassanti: "Racchiude Ying e Yang. I due principi opposti che determinano l’armonia del mondo." (pag. 115).

Ma, poi, il protagonista si rende conto che rilassa... troppo. Praticamente non riesce più a stare dietro alle cose del Mondo, preso unicamente da quella piacevole sensazione. E lo riporta indietro, alla libreria magica. Per decidere poi, però, di distruggerlo; l’avverte, ormai, come negativo. Al suo interno troverà "… un fossile… brutto e informe come un feto umano, ma molto, molto più antico. Era stato generato dal fango primordiale migliaia di secoli prima che un essere chiamato uomo calpestasse la terra." (pag. 125).

Qui la prosa trova tutto l’agio di dispiegarsi, e ne risulta una narrazione davvero piacevole, con delle descrizione di vita familiare davvero ben riuscite, vere; il finale ha sensazione che abbiamo visto è solamente per renderlo vendibile ad una rivista di fantastico, che, altrimenti, sarebbe risultato davvero troppo scarso.

-Romanzo: "Invasion from 2500", con Ted White, con lo pseudonimo collettivo di Norman Edwards, tradotto, da Maria Penati, come "Essi vennero dal futuro", "I romanzi del Cosmo" n. 179 (200 £, 144 pagg.; prezzo dei remainders: 9,00 €), e, con "Notte senza fine" (The Unending Night, ’62), di George Henry Smith, "Cosmo. I capolavori della fantascienza" n. 87, ed. Ponzoni, ’65, ’68 (300 £, 144+144 pagg.; prezzo dei remainders: 10,00 €), pagg. 3-113; (Monarch Books, agosto: 0.40 $, 126 pagg.)-tradotto qua da noi talmente tagliato che ne è risultato un romanzo breve, è la storia di un’invasione della Terra decisamente anomala, rispetto a quelle di cui siamo abituati leggere. Essa, infatti, avviene dal futuro. Un futuro nel quale, ovviamente, è già avvenuta.

Ed è proprio questo ciò che vi si dice: del libero arbitrio: "… libera volontà, libera scelta. " (pag. 110).

Il Tempo, praticamente, aveva preso ad avere un andamento ciclico, all’interno del quale nulla cambiava, ne poteva farlo: dal futuro arrivava l’invasione che era già stata, che si sapeva avrebbe avuto successo, e che determinava il passato per la sua stessa realizzazione.

Ma, essa, era "… una deformazione all’ordine naturale delle cose. " (pag. 111), nel quale "… in ogni istante… ci sono un’infinità di futuri possibili. Il tempo non è mai rigidamente fissato…" (idem).

Ovviamente, i protagonisti, una coppia con altrettanto ovvia storia d’amore, riusciranno però a rompere quel circolo vizioso, e a riportare le cose alla normalità.

Per quanto riguarda lo stile, non c’è molto da dire, in quanto la trama è prevalentemente d’azione, lasciando poco spazio a momenti nei quali potrebbe avere qualche quizzo. Tranne la, breve, scena iniziale, ripresa, modificata dai cambiamenti temporali avvenuti, alla fine.

Ma temo che siano state proprio le parti "inessenziali alla trama" ad essere state tagliate, dimmodo che…

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 13, luglio

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 10, agosto

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 11, novembre, 56 pagg.

-Fanzine curata: "Entropy", n. unico, novembre, 25 pagg.; dell’Autore: saggio: "Editorial", pagg. 3-4

1965

-Curazione: "The World’s Best Science Fiction: 1965", con Donald A. Wollheim (Ace, (gennaio/febbraio): 0.50 $, 288 pagg.) poi, come "World's Best Science Fiction First Series" (Ace, ’70: 0.95 $, 288 pagg.); dell’Autore: "Introduction", con Donald A. Wollheim, pag. 7; tradotta in giapponese, da Seiji Dan, come "時のはざま" (Hayakawa bunko, ’77); contributi critici: recensioni di Ted White, "The Magazine of Fantasy and Sf", agosto ‘65, pag. 66 e P. Schuyler Miller, "Analog", gennaio ‘66, pag. 147

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 12, febbraio

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 14, aprile

-Fanzine curata: "Hobgoblin" n. 15, luglio

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 13, agosto, 5 pagg.

-Saggio: "Taff Progress Report #8", ottobre, con Arthur Thomson

1966

-Saggio: lettera, con lo pseudonimo di Carl Brandon, dalla Svezia, "Riverside Quarterly" vol. 2, #1, gennaio

-Fanzine curata: "Innuendo" n. 11, aprile, 70 pagg.

-Racconto: "The Secret of the City", con Ted White, tradotto, da Stefano Carducci, come "Il segreto della città", in "Luna di caccia", "Nova Sf*" n. 10, ed. Perseo libri, ’87 (15.000 £, 272 pagg.; prezzo dei remainders: 30,00 €; correlati critici: "Scrivere o far scrivere?", presumibilmente di Ugo Malaguti, pagg. 107-108), illustrato da Michael Whelan, pagg. 109-118; "Startling Mystery Stories" #2, autunno-altro racconto fantastico, vagamente inquietante, nel quale un uomo, licenziato, si ritrova in una Manhattan che gli risulta estranea: "La New York delle dieci di mattina era una città che aveva visto di rado: in quel momento della giornata, non era mai stato all’esterno dell’edificio." (pag. 110).

Là sperso, troverà… un "… nastro di metallo, forse largo trenta centimetri…" (idem) che scorre per strade, si incunea sotto edifici, e… sparisce in sotterranei.

Dopo averlo seguito, perso di vista, ritrovato più volte, ecco che troverà uno scantinato nel quale infiniti, di essi, convergono, e… si aprono: "Cerniere lampo giganti." (pag. 118), facendo così crollare Manhattan.

Sembrerebbe un racconto simbolico sulla possibilità di, seguendo indizi che, normalmente, non si notano neppure, presi dalla quotidianità, poter giungere a capire verità nascoste terribilmente importanti. Indizi che, le persone normali, tendono a normalizzare, a riportare alla loro rassicurante… normalità.

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 14, ottobre, 92 pagg.; dell’Autore: saggio: "Tailgate Ramble"

-Saggio: "Taff Progress Report #9", novembre, con Thomas Schlück

-Curazione: "World's Best Science Fiction: 1966", con Donald A. Wollheim, tradotta, da Roberta Rambelli, Ugo Malaguti, Mauro Cesari e Luigi Dancelli, come "Il vento del sole", "Science fiction book club" n. 7, IIIª serie (36), ed. La tribuna, ’66 (1500 £, 270 pagg.); (Ace: 0.60 $, 287 pagg.) poi, come "World's Best Science Fiction: Second Series" (Ace, ’70: 0.95 $, 287 pagg.); dell’autore: "Presentazione" (Introduction), con Donald A. Wollheim, trad. Roberta Rambelli, pagg. 7-8; ed. or. 7; tradotta in catalano, da Vicente Artadi, Marius Lleget, P. Castillo e J. Billon, come "Universum '66" (Geminis, ’67: 273 pagg.) e in giapponese, da Hisashi Asakura, come "忘却の惑星" (Hayakawa bunko, ’78: 483 yen, 444 pagg.); contributi critici: recensioni di James Cawthorn, "New Worlds", agosto ‘66, pag. 147, Algis Budrys, "Galaxy", ottobre ‘66, pag. 152 e P. Schuyler Miller, "Analog", novembre ‘66, pag. 171

-Curazione: "Science Fiction for People Who Hate Science Fiction" (Doubleday: 3.95 $, 190 pagg.) poi (Funk & Wagnalls, ’68: 0.95 $, 190 pagg.); dell’Autore, pag. ed. or.: "Introduction", pag. 7; tradotta in francese, da Luce Terrier, come "La science-fiction pour ceux qui détestent la science-fiction" (Denoël, ’68, 8,50 franchi, poi ’71; 240 pagg.; "Introduction", pagg. 11-15), in portoghese, da Mário Camarinha, Edgar Moreira, José Laurenio De Melo e Norah, come "Ficção Científica para Quem Não Gosta" (O Cruzeiro, ’69: 181 pagg.), con una prefazione di Miécfio Araújo Jorge Honkis e in tedesco, da Hans-Ulrich Nichau, come "Die Superwaffe" (Goldmann, ’68: 2,80 marchi, 152 pagg.); contributi critici: recensioni di Jean-Claude De Repper, "Horizons du fantastique" n. 4, ottobre ‘68 (francese) e Algis Budrys, "Galaxy", maggio ‘69, pag. 136

1967

-Racconto: "Sleeping Beauty", "The Magazine of Fantasy & Sf", maggio, pag. 51, poi antologizzato in "New Worlds of Fantasy # 3", a cura dell’Autore, ’71 e "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto in francese, da Denise Hersant, come "La belle endormie", "Fiction" n. 173, aprile ‘68, pagg. 72-82 e in portoghese come "A Bela Adormecida", "Ficcção Científica Volume 3" (Bruguera, ’72: 160 pagg.)

-Racconto: "The Robots Are Here", "If", maggio, pag. 43, poi antologizzato in "Cosmic Laughter: Science Fiction for the Fun of It", a cura di Joe Haldeman (Holt, Rinehart and Winston, ’74: 5.95 $, 189 + x pagg.), pag. 27; ed. spagnola: "Humor cósmico" (Bruguera, ’77: 6,00 €, 187 pagg.), trad. María Teresa Segur Giral: "Los robots están aquí", pagg. 35-59; e "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto on francese, da Arlette Rosenblum, come "Les robots sont là!", "Galaxie" n. 56, gennaio ‘69, pagg. 100-120, illustrato da Jack Gaughan e in giapponese, da Natsuko Seta, come "ロボットはここに", in "ロボット貯金箱", a cura di Jun Kazami e Hitoshi Yasuda (ShueiSha bunko, ’82)

-Fanzine curata: "Lighthouse" n. 15, agosto, 98 pagg., ultimo; dell’Autore: saggio: "Odd Ball"

-Saggio: "Books", "The Magazine of Fantasy and Sf", ottobre, pag. 26; recensioni a "The Mind Brothers", di Peter Heath e "Secret of the Marauder Satellite", di Ted White

-Racconto: "City of Yesterday", "If", dicembre, pag. 85, poi antologizzato in "Beyond Control", a cura di Robert Silverberg (Thomas Nelson, ’72: 6.95 $, 219 pagg.), pag. 98 poi (Dell Laurel-Leaf, ’74: 0.95 $, 236 pagg.), pag. 102, "Earth in Transit", a cura di Sheila Schwartz (Dell Laurel-Leaf Library, ’76: 1.25 $, 271 pagg.), "The Future at War Vol. 3: Orion’s Sword", a cura di Reginald Bretnor (Ace, ’80: 2.50 $, 324 pagg.), pag. 243 poi (Baen, ’89: 3.50 $, 311 pagg.), pag. 234 e "Space-Fighters", a cura di Joe W. Haldeman, Martin H. Greenberg e Charles G. Waugh (Ace, ’88: 3.50 $, 296 pagg.), pag. 58; tradotto in francese, da Marcel Battin, come "Détruire une ville", "Galaxie" n. 82, marzo ’71, pagg. 90-101 e in "Mourir au futur", a cura di Philippe R. Hupp (UGE (Union générale d'éditions), ’76: 25,00 franchi, 320 pagg.), pagg. 107-121

-Curazione: "The World’s Best Science Fiction: 1967", con Donald A. Wollheim (Ace: 0.75 $, 285 pagg.) poi (Ace, ’70: 285 pagg.), come "World's Best Science Fiction: Third Series", (Gollancz, ’70: 2.10 £, 320 pagg., poi ’73: 2.50 £, 250 pagg.) e (Sphere, ’71: 0.40 £, 320 pagg.); dell’Autore: "Introduction", con Donald A. Wollheim, pag. 7; tradotta in giapponese, da Hisashi Asakura, come "追憶売ります" (Hayakawa bunko, ’78); contributi critici: recensioni di Judith Merril, "The Magazine of Fantasy and Sf", novembre ‘67, pag. 29 e P. Schuyler Miller, "Analog", marzo ‘68, pag. 165  

-Curazione: "New Worlds of Fantasy" (Ace; 0.75 $, 253 pagg.), ed. britannica: "Step Outside Your Mind" (Dobson, ’69: 1.00 £, 253 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 9 (9-10 ed. catalana: "Introducción") e "Stanley Toothbrush", pag. 118 (97-114 ed. catalana: "Stanley cepillo de dientes"; tradotto in catalano, da Ariel Bignami, come "Nuevos mundos de fantasía 1" (Adiax, ’79: 265 pagg.), in portoghese, da Francisco Bittencourt, come "A era de Aquário" (Bruguera, ’71: 160 pagg.) e, in parte, in tedesco, da Lore Strassl, come "Jenseits aller Träume" (Pabel, ’80: 4,80 marchi, 160 pagg.); contributi critici: recensioni di Judith Merril, "The Magazine of Fantasy and Sf", maggio ‘68, pag. 52 e, tedesche, ?, "Perry Rhodan Magazin" n. 9/’80 (Pabel) e Thomas Klaus, "Fantasia" n. 84, ‘93 (Edfc)  

1968

-Saggio: "Books", "The Magazine of Fantasy and Sf", gennaio, pag. 37; recensioni a "The Time Hoppers", di Robert Silverberg e "Psychogeist", di L.P. Davies

-Saggio: "Taff Progress Report #10", gennaio, con Thomas Schlück

-Racconto: "The Planet Slummers", con Alexei Panshin, "Galaxy", febbraio, pag. 68

-Racconto: "The Dance of the Changer and the Three", tradotto, da Maria Teresa Guasti, o Tito Lana Popi, o Sandro Sandrelli, come "La danza del mutante e dei tre", in "Metamorfosi 1970" (World's Best Science Fiction: 1969, ‘69), a cura dell’Autore, pagg. 345-361; ed. or.: pagg. 259-260; in "The Farthest Reaches", a cura di Joseph Elder (Trident, agosto: 4.95 $, 217 pagg.) poi (Pocket, ’69: 0.75 $, 177 + x pagg.), pag. 63; ed. francese: "Histoires stellaires" (Opta, ’69: 6,00 franchi, 224 pagg.), trad. Guy Abadia, pagg. 79-98: "La danse des trois et du changeur de vie"; poi antologizzato anche in "Nebula Award Stories No. 4", a cura di Poul Anderson (Doubleday, ’69: 5.95 $, 236 pagg.), pag. 39 poi (Panther, ’71: 0.35 £, 256 pagg.), pag. 62 e (Pocket, ’71: 0.75 $, 229 + xxv pagg.), pag. 38; ed. tedesca: "Steigen Sie um auf Science Fiction", che ne comprende dai nn. 2/4, (Kindler, ’72: 16.80 marchi, 243 pagg.), trad. Stasi Kull: "Der Tanz der Mutanten"; "Bug-Eyed Monsters", a cura di Anthony Cheetham (Sidgwick & Jackson, ’72: 0.95 £, 280 pagg.) poi (Panther, ‘74, 0.40 £, 255 pagg.), pag. 241, "Deep Space", a cura di Robert Silverberg (Thomas Nelson, ’73: 5.95 $, 223 pagg.) poi (Sfbc, ’73: 1.49 $, 183 pagg.), pag. 142, (Dell Laurel, ’74: 0.95 $, 221 pagg.), pag. 173 e (Corgi, ’77: 0.70 £, 172 pagg.), in "Vertex", aprile ‘73, "The Light at the End of the Universe", ’76, "Science Fiction: Contemporary Mythology", a cura di Patricia S. Warrick, Martin H. Greenberg e Joseph D. Olander (Harper & Row, ’78: 18.50 $, 476 + xviii pagg.), pag. 171, "The Road to Science Fiction #4", a cura di James Gunn (Mentor/New American Library, ’82: 4.95 $, 531 pagg.), pag. 242, poi (Borealis/White Wolf, ’96: 14.99 $, 601 pagg.), pag. 290 e, come "…: From Here to Forever" (Scarecrow Press, 2003: 39.50 $, 526 pagg.), con un’introduzione, "The Alieness of the Alien", di James Gunn; ed. polacca: "Droga do science fiction. Od dzisiaj do wieczności" (Alfa, ’88: 486 pagg.), trad. Arkadiusz Nakoniecznik: "Taniec Przemieniającego się i Trójki", tedesca: "Von Lem bis Varley" (Heyne, ’93: 14,90 marchi, 335 pagg.), trad. Stasi Kull: "Der Tanz der Mutanten"; e "Terry’s Universe", a cura di Beth Meacham (Tor, ’88: 16.95 $, poi ’89: $3.95; 234 + vi pagg.), pag. 213, e "Sci Fiction website", 29 novembre 2000; tradotto in giapponese, da Hitoshi Yasuda, come "変身の祭り", "S-f magazine" n. 9/’80, #264, in olandese, da Warner Flamen, come "De dans van de Veranderaar en de Drie", in "De meest fantastische Sf verhalen", a cura di M. Carpentier Alting (Meulenhoff, ‘79. 351 pagg.), in svedese, come "Dansen om Förändraren och de Tre", "Nova science fiction" n. 2, nuova serie, 2004, pag. 125 (Gafiac produktion HB), in tedesco, anche da Dolf Strasser, come "Der Tanz des Verwandelten und der Drei", in "Sf-Stories 54", a cura di Walter Spiegl (Ullstein, ’75: 3,80 marchi, 128 pagg.) e in ungherese, da Németh Attila, come "A Változó és a Hármak tánca", "Metagalaktika 9.5", a cura di Burger István (Metropolis Media, 2007: 1490 Ft., 194 pagg.), pag. 120; premi: nomination premio Nebula ’68, ’69-uno di quei rarissimi, in quanto difficilissimi, racconti che tentano di dire dell’alienità. L’alienità vera, quella che con tutta probabilità divide noi dagli altri esseri senzienti dell’Universo. Colui che lo racconta è un addetto alle pubbliche relazioni, mandato con una spedizione mineraria su un pianeta ricchissimo di risorse, e abitato da esseri senzienti. Appunto differentissimi da noi: "… una forma di vita costituita quasi completamente d’energia…" (pag. 347). E dice, prevalentemente, di un loro racconto mitico, o, comunque, di un suo equivalente. Il senso del quale non può che risultargli totalmente incomprensibile.

I loarrani, questi alieni, poi andranno, altrettanto incomprensibilmente, ad attaccare e distruggere la miniera terrestre. I superstiti, tornati sulla Terra, sottoporranno il problema se tornare là a ritentare il suo sfruttamento, o no. Il supercomputer che è in grado di risolvere problemi ipercomplessi in pochi istanti, si arenerà: "Unicentral ronza e tintinna da dieci mesi, ma non è riuscito ancora a decidere." (pag. 361).

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 11, novembre

-Curazione: "The World’s Best Science Fiction: 1968", con Donald A. Wollheim, tradotta, da Maria Teresa Guasti come "Il computer sotto il mondo", "Science Fiction Book Club" n. 44, ed. La tribuna, ’72 (1000 £, 276 pagg.; prezzo dei remainders: 12,00 €); (Ace: 0.75 $, 319 pagg.) poi, come "World's Best Science Fiction: Fourth Series" (Ace, ’70: 0.95 $, 319 pagg.); dell’Autore: "Introduction", con Donald A. Wollheim, non tradotta; ed. or.: pag. 7; tradotta in catalano, da Jesús de la Torre Roldán e Julio Montiel, come "Universum '68" (Geminis, ’69: 405 pagg.), e da José María Aroca, come "Antología de novelas de Anticipación "undecima selección"" (Acervo, ’70: 403 pagg.), in giapponese, da Hisashi Asakura, come "ホークスビル収容所" (Hayakawa bunko, ’80: 651 yen, 551 pagg.) e, in parte, in tedesco, in 2 volumi, come "Galaxis-Splitter" e "Im Staub der Sterne" (Xenos, ’82: 2,80-? marchi, 124-126 pagg.); contributi critici: recensioni di Robert J. Hughes, "The Magazine of Fantasy and Sf", ottobre ‘68, pag. 26 e P. Schuyler Miller, "Analog", gennaio ‘69, pag. 164

1969

-Racconto: "Star Dream", con Alexei Panshin, "Galaxy", maggio, pag. 64; tradotto in francese, da Jacques Polanis, come "Rêve stellaire", "Galaxie" n. 124, settembre ‘74, pagg. 25-39

-Saggio: "Fantasy Fandom: A Modest Manifesto", "Fantastic", ottobre, pag. 51

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 12, novembre, 10 pagg.

-Curazione: "World's Best Science Fiction: 1969", con Donald A. Wollheim, tradotta, da Maria Teresa Guasti, Tito Lana Popi e Sandro Sandrelli, come "Metamorfosi 1970", "Science fiction book club" n. 38, ed. La tribuna, ’70 (2.700 £, 364 pagg.; prezzo dei remainders: 30,00 €); (Ace: 0.95 $, 380 pagg.) poi (Sfbc, ’69: 381 pagg.); dell’autore: "La danza del mutante e dei tre", ’68, pagg. 345-361; ed. or. pagg. 259-260; c’era una "Introduction", non tradotta, ed. or. pagg. 7-9; tradotta in spagnolo, da José María Aroca, come "Antología de novelas de anticipación XIV" (Acervo, ’72: 448 pagg.; "La danza del mutador y los tres", pagg. 415-434); contributi critici: recensioni di Joanna Russ, "The Magazine of Fantasy and Sf", settembre ‘69, pag. 23 e Alexei Panshin, "Amazing", maggio ‘70, pag. 115

-Curazione: "The Others" (Fawcett Gold Medal: 0.60 $, 192 pagg.)

1970

-Racconto: "The Balance", "Amazing", maggio, pag. 6

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 15, 12 ottobre

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 16, 26 ottobre

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 13, novembre, 26 pagg.

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 19, 7 dicembre

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 20, 21 dicembre

-Curazione: "The World’s Best Science Fiction: 1970", con Donald A. Wollheim (Ace: 0.95 $, 349 pagg.) poi (Sfbc, ’70: 1.98 $, 339 + viii pagg.) e (Gollancz, ’70: 2.10 £, 352 pagg.); dell’Autore: "Introduction", con Donald A. Wollheim, pagg. 7-vii-?; premi: finalista (4°) Locus ‘71; contributi critici: recensione di Charlie Brown, "Locus", 3 giugno ‘70, pag. 5

-Curazione: "On Our Way to the Future" (Ace: 0.75 $, 253 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 9

-Curazione: "New Worlds of Fantasy #2" (Ace: 0.75 $, 254 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 9 (9-12 ed. catalana: "Nota introductoria") e "The Old Man of the Mountains", pag. 158 (179-190 ed. catalana: "El viejo de las montañas"); tradotta in catalano, da Ariel Bignami, come "Nuevos mundos de fantasía 2" (Adiax, ’80: 290 pagg.) e in portoghese, da Francisco Bittencourt, come "Poeira Cósmica" (Bruguera, ’71: 160 pagg.); contributi critici: recensioni di Dena Benatan, "Locus", 30 settembre ‘70, pag. 10 e Ted Pauls, "Locus", 14 febbraio ‘71

1971

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 14, febbraio, 26 pagg.

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 23, 1 febbraio

-Rubrica: "The Infinite Beanie", "Focal Point" n. 27, 29 marzo

-Rubrica: "Entropy Reprint", "Beabohema" n. 16, giugno

-Racconto: "In Man’s Image", "Amazing", novembre, pag. 72, poi antologizzato, come "In His Image", in "Alpha 4", a cura di Robert Silverberg (Ballantine, ’73: 1.25 $, 279 pagg.), pag. 137 e "The Light at the End of the Universe", ‘76

-Curazione: "Universe 1" (Ace: 0.95 $, 249 pagg.) poi (Dennis Dobson, ’75: 10.66 £, 249 pagg.) e (Tor, ’85); dell’Autore: "Introduction", pag, 7; tradotto in catalano come "Universo 1: antología de cienciaficción contemporánea" (Andromeda (Buenos Aires), ’77: 296 pagg.); premi: Locus ‘72; contributi critici: recensioni di Grant Carrington, "Locus", 11 novembre ‘71, pag. 11, Charlie Brown, "Locus", 4 febbraio ‘72, pag. 5 e Theodore Sturgeon, "Galaxy", marzo/aprile ‘72, pag. 84

-Curazione: "The World’s Best Science Fiction: 1971", con Donald A. Wollheim (Ace: 0.95 $, 349 pagg.) poi (Sfbc, ’71: 372 + xii pagg.); dell’Autore: "Introduction", con Donald A. Wollheim, pagg. 7-vii; tradotta in olandese, da Jan Koesen, in due volumi, come "Waterslag" (Luitingh-Sijthoff, ’73: 192 pagg.) e "Het ding in de rots" (Luitingh-Sijthoff, ’73: 168 pagg.) e in spagnolo, come "Antología de novelas de anticipación XVIII" (Acervo, ’72: 13,87 €, 383 pagg.); premi: Locus ’72, miglior antologia ristampata; contributi critici: recensione di P. Schuyler Miller, "Analog", dicembre ‘71, pag. 167

-Curazione: "New Worlds of Fantasy #3" (Ace: 0.75 $, 253 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 9 (9-10 ed. catalana: "Introducción") e "Sleeping Beauty", pag. 173 (159-170 ed. catalana: "La bella durmiente"); tradotta in catalano, da Ariel Bignami, come "Nuevos mundos de fantasía 3" (Adiax, ’80: 230 pagg.), in portoghese, da Jorge Caetano Lopes da Silva, in 2 volumi, come "Pórtico da eternidade" e "Os controladores" (Bruguera, ’72: 160 pagg. l’uno) e in tedesco, da Lore Strassl, come "Die Werwölfin" (Pabel, ’80: 3,80 marchi, 160 pagg.); premi: finalista (3°) Locus ‘72, miglior antologia ristampata; contributi critici: recensione, tedesca, di Helmut W. Pesch, "Magira" n. 33, ’80 (Edfc)

1972

-Racconto: "Ozymandias", in "Again, Dangerous Visions", a cura di Harlan Ellison (Doubleday, marzo: 12.95 $, 760 pagg.) poi (Sfbc, ’72: 4.50 $, 830 + xxvi pagg.), pag. 794 e (Berkley, ’83: 10.95 $, 830 + xxxii pagg.), poi in "Again, Dangerous Visions, Book 2" (Signet, ’73: 1.95 $, poi ’77: 2.25 $; 449 pagg.), pag. 410 poi (Pan, ’77; 0.80 £, 448 pagg.), pag. 410, "Mutants", a cura di Robert Silverberg (Thomas Nelson, ’74: 6.50 $, 224 pagg.) poi (Sfbc, ’75: 1.98 $, 182 + x pagg.), pag. 129 e (Corgi, ’77: 0.65 £, 204 pagg.); ed. giapponese: "ミュータント傑作選" (KodanSha bunko, ’79: 399 yen, 330 pagg.), trad. Mariko Fukamachi: "オジマンディアス"; e "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto in polacco, da Darosław J. Toruń, come "Ozymandias", "Fantastyka" n. 5/’83, #8, maggio

-Racconto: "Thus I Refute", "Fantastic", aprile, pag. 72, poi antologizzato in "100 Great Fantasy Short Short Stories", a cura dell’Autore, ’84; tradotto in ungherese, da Gálvölgyi Judit, come "Cáfolom", "Galaktika" # 77, febbraio '87, pag. 69

-Curazione: "The Best Science Fiction of the Year" (Ballantine, luglio: 1.25 $, 340 + ix pagg.) poi, come "The Best Science Fiction of the Year # 1", (Ballantine, ’76: 1.95 $, 340 + ix pagg.), (Penguin, ’78, in 2 voll.: 0.70, 0.80 £; 192-224 pagg.), (Gollancz, ’80: 361 pagg.) e (Pocket, ’85: 3.50 $); dell’Autore: "Introduction", pag. vii; tradotta, parzialmente, in spagnolo, da José María Pomares e Alberto Pueyo, come "Encuentro con Medusa" (Caralt, ’78: 1,80 €, 214 pagg.) e, ancora parzialmente, in tedesco, in 2 volumi, da Otto Martin, Rosemarie Ott, Marlen Scherm e Ute Seesslen, come "Die Königin der Dämonen" (König, ’73: 3,80 marchi, 140 pagg.), e da Heinz Nagel, come "Die Welt, die Dienstag war" (König, ’73: 3,80 marchi, 141 pagg.); premi: Locus ‘73, miglior antologia ristampata; contributi critici: recensioni di Dave Hartwell, "Locus", 27 ottobre ’72, pag. 10, Charlie Brown , "Locus", 15 dicembre ‘72, pag. 6, Avram Davidson, "The Magazine of Fantasy and Sf", marzo ‘73, pag. 37 e Phil Stephensen-Payne, "Paperback Parlour", aprile e dicembre ‘78

-Saggio: "'When it happens, just don't be there", "Focal Point" n. 35, luglio

-Curazione: "This Side of Infinity" (Ace, settembre: 0.75 $, 237 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 7; contributi critici: recensione di Charlie Brown, "Locus", 15 dicembre ‘72, pag. 5

-Fanzine curata: "Gilgamesh" n. 44, settembre, 8 pagg.

-Saggio: "Instant Karma", "Locus" #126, 4 novembre, supplemento di 2 pagg., poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Saggio: "Instant Karma", "Locus" #127, 17 novembre, supplemento di 2 pagg., poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Fanzine curata: "Fanthology 64", con Mike Domina, novembre, numero unico

-Saggio: "Instant Crunchy Karma", "Locus" #128, 1 dicembre, supplemento di 2 pagg.

-Curazione: "Universe 2" (Ace: 0.95 $, 255 pagg.) poi (Dennis Dobson, ’76: 7.95 £, 255 pagg.); tradotta in catalano, da Graciela Montes, come "Universo 2: antología de ciencia-ficción contemporánea" (Andrómeda (Buenos Aires), ’77: 272 pagg.), in olandese, da Jan Koesen, come "De man zonder hoofd" (Luitingh-Sijthoff, ’74: 173 pagg.) e in tedesco, da Walter Brumm, come "Die Zeitfalle" (Pabel, ’74: 2,80 marchi, 145 pagg.); premi: finalista (2°) Locus ‘73; contributi critici: recensioni di Grant Carrington, "Locus", 9 giugno ‘72, pag. 10, Brian Griffin, "Vector" #75, luglio ’76 e, tedesche, Alfred Vejchar, "Transgalaxis" n. 75, ’75 e "Andromeda Sf Magazin" n. 86, ’75 (Sfcd) e Uwe Anton, "Science Fiction Times" n. 137, ’75 (Arge Spek. Thematik)

1973

-Rubrica: "Entropy Reprint", "Energumen" n. 14, gennaio, pagg. 17-19

-Rubrica: "Entropy Reprint", "Cipher" n. 7, febbraio

-Racconto: "From Darkness to Darkness", in "Demon Kind", a cura di Roger Elwood (Avon, marzo: 0.75 $, 192 pagg.), pag. 168

-Racconto: "Changing of the Gods", in "Infinity 5", a cura di Robert Hoskins (Lancer, maggio: 0.95 $, 208 pagg.), pag. 90, poi antologizzato anche in "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto in greco come "Η Αλλαγή των Θεών", in "Τα Παιδιά του 2.000 μ.Χ." (Εξάντας/Λογοτεχνία, ‘79), pag.31

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 15, maggio, 10 pagg.

-Curazione: "An Exaltation of Stars" (Simon & Schuster, giugno: 6.95 $, 181 pagg.), poi (Sfbc, ’73: 1.49 $, 181 + ix pagg.) e (Pocket, ’74: 0.95 $, 207 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. vii; premi: finalista (4°) Locus ‘74; contributi critici: recensione di Dave Hartwell, "Locus", 11 agosto ‘73

-Racconto: "Saving the World", in "Saving Worlds", a cura di Roger Elwood e Virginia Kidd (Doubleday, luglio: 6.95 $, 237 pagg.), pag. 2, anche come "The Wounded Planet" (Bantam, ’74: 1.25 $, 235 + xix pagg.), pag. 2

-Curazione: "The Best Science Fiction of the Year # 2" (Ballantine, luglio: 1.25 $, poi ’76: 1.95 $; 370 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. ix (5-7 ed. spagnola: "Introducción") e "Honorable Mentions-1972", pag. 371, vi 2ª ed.; tradotta in spagnolo, da José María Pomares e María Victoria Lentini, come "Cuando fuimos a ver el fin del mundo" (Caralt, ’78: 1,80 €, 219 pagg.); premi: Locus ‘74, miglior antologia ristampata; contributi critici: recensioni di ?, "Vertex", dicembre ’73, P. Schuyler Miller, "Analog", dicembre ‘73, pag. 165, David G. Hartwell, "Locus", 30 dicembre ‘73, pag. 12 e Cy Chauvin, "Amazing", marzo ‘75, pag. 117

-Racconto: "They Live On Levels", tradotto, da Marina Nunzi, come "Vivono su livelli", in "Storie del pianeta azzurro", a cura di Sandro Pergameno, "Grandi opere" n. 13, ed. Nord, ’87 (30.000 £, 800 + xiv pagg.; prezzo dei remainders: 52,00 €; correlati critici: presentazione, del curatore, pag. 1), pagg. 1-21; in "New Dimensions 3", a cura di Robert Silverberg (Doubleday/Sfbc, ottobre: 1.49 $, 212 + vii pagg.), pag. 40, poi (Signet, ’74: 0.95 $, 183 + vii pagg.), pag. 34, poi antologizzato anche in "Worlds Far and Near", a cura dell’Autore, ’74, "The Light at the End of the Universe", ‘76 e "The Best of New Dimensions", a cura di Robert Silverberg (Pocket, ’79: 2.50 $, 333 + xiv pagg.), pag. 149; tradotto in svedese come "Liv på skilda plan", "Nova science fiction" n. 4, vecchia serie, dicembre ’85 (Häftad)-poetico, dice di un mondo futuro nel quale l’Uomo, avendo esaurito completamente le risorse energetiche del nostro pianeta, ha dovuto trovare altre soluzioni. Molto radicali: "Il passaggio nello spazio psichico avvenne di lì a poco, e l’umanità scoprì nuovi mondi nelle realtà alternative della percezione." (pag. 4).

Questa l’ambientazione. La narrazione, poi, è tutta poesia. Ci sono vari, livelli, con una realtà psichica differente. Dai quali, però, è possibile comunicare con gli altri. Il racconto, in effetti, è costituito in gran parte dalle lettere fra due abitanti di due differenti livelli.

Ciò che accade è che, i livelli, si stanno ricongiungendo: "I livelli si ricongiungono; c’è un’unica realtà dopo tre secoli di polivalenza." (pag. 19). E, i protagonisti/epistolanti, si ricongiungono in un tripudio festoso, nel quale si raggiungono momenti di davvero alta poesia.

In "Le confessioni di Terry Carr", l’Autore dice: "… Bob Silverberg mi ha chiesto un racconto per "New Dimensions", "uno dei tuoi capolavori", ha detto, e.... io scrissi il racconto pensando a lui. Siccome sapevo che Bob è un ottimo curatore… mi sono sentito incoraggiato a fare del mio meglio. Da tutto ciò è nato "They Live On Levels", che credo che sia a tuttoggi il mio miglior racconto." (pag. 22).

-Curazione: "Universe 3" (Random House, ottobre: 5.95 $, 209 + xi pagg.) poi (Random House/Sfbc, ’73: 1.49 $, 181 + ix pagg.), (Pyramid, ’73: 1.25 $), (Popular Library, ’75: 1.25 $, 189 pagg.), (Dennis Dobson, ’77: 3.95 £, 209 + xi pagg.) e (Doubleday, ’85); dell’Autore: "Introduction", pag. 7 (7-10 ed. catalana: "Introducción"); tradotta in catalano, da Graciela Móntez, come "Universo 3" (Andrómeda, ’78: 234 pagg.); premi: finalista (3°) Locus ‘74; contributi critici: recensioni di Theodore Sturgeon, "Galaxy", dicembre ‘73, pag. 71, Richard E. Geis, "The Alien Critic", maggio ‘74, pag. 36 e Barry Gillam, "Vector" #69, estate ‘75, pag. 26

-Racconto: "The Answer", in "Frontiers 1: Tomorrow’s Alternatives", a cura di Roger Elwood (Macmillan, novembre: 5.95 $, 198 pagg.) poi (Collier Books, ’73, poi ‘74: 1.50 $, 198 + vii pagg.), pag. 165; tradotto in croato come "Odgovor", "Siriusi" n. 31; premi: finalista (13°) Locus ‘74

-Racconto: "The Winds at Starmont", tradotto, da Rossella Roncari, come "I venti di Starmont", "Robot" n. 16/17 (1.000 £, 192 pagg.; prezzo dei remainders: 12,50 €; correlati critici: "Terry Carr", dell’Autore, pag. 54), "Raccolta Robot" n. 7 (1.300 £, 160+192 pagg.; prezzo dei remainders: 12,50 €; correlati critici: idem), ed. Armenia, ’77, ’78, illustrato da Giuseppe Festino, pagg. 52-98 ; in "No Mind of Man", a cura di Robert Silverberg (Manor: 1.50 $, 182 pagg.), pag. 1 poi (Hawthorne, ’73: 5.95 $, 182 pagg.); ed. spagnola: "Los vientos de Starmont" (Andrómeda, ’78: 254 pagg.), trad. Mirta Rosenberg: "Los vientos de Starmont", pagg. 11-80; poi antologizzato anche in "The Light at the End of the Universe", ‘76 e "Alien Worlds", a cura di Charles N. Brown (Mews Books, ’76: 0.50 £, 144 pagg.), pag. 101; altri contributi critici: "Gli eroi e le eroine alati nella science fiction", di Giuliano Giachino, "Future shock" n.24, '98-l’Autore, nella presentazione appositamente scritta per quest’edizione italiana, dice di avere scritto questo racconto in un momento di depressione, della sua vita, e che lo ha aiutato ad uscirne.

È un bellissimo racconto sull’incredibilmente assurda propensione dell’Uomo a cercare di fare cose sempre più difficili, di superarsi per essere qualcosa di meglio di quanto già sia. Qui, un terrestre di famiglia ricca gira l’Universo in cerca appunto di sfide sempre nuove, e sempre più pericolose. E incontra Starmont. Una montagna immensa, la più grande conosciuta, sulla cui cima nessuno è mai riuscito ad arrivare.

Ma non si tratta di scalarla; gli indigeni hanno le ali, e, per loro, la montagna è sacra. Si tratterà di volarvi, alla cima. Con ali artificiali.

La narrazione procede molto poetica, come abbiamo capito essere abituale all’Autore, e, fra l’altro, dice, molto bene, dell’amicizia; e avrà un lieto fine: "… mi sono sollevato dai miei guai appena in tempo per scrivere la conclusione del racconto. Per cui incontrerete un lieto fine." ("Terry Carr", pag. 54).

-Racconto: "Some Are Born Cats", con Carol Carr, tradotto, da Bernardo Draghi, come "C'è chi nasce gatto", in "Artigli e fusa" (Magicats!, ‘84), a cura di Jack Dann e Gardner Dozois; ed. or.: (Ace, poi ‘86: 2.95 $, 270 + xvii pagg.), pag. 123; ed. giapponese: "魔法の猫" (FusoSha, ’98), trad. Hisashi Asakura: "生まれつきの猫もいる", tedesca: "Das grosse Katzen-Lesebuch der Fantasy" (Goldmann, ’93: 12,00 marchi, 344 pagg.), trad. Angelika Weidmann: "Zur Katze geboren"; ed. Salani, ’93 (28.000 £, 352 pagg.; prezzo dei remainders: 30,00 €; correlati critici: presentazione, dei curatori, pag. 165), poi ed. Club degli editori, ’94 (352 pagg.), pagg. 167-182; in "Science Fiction Tales", a cura di Roger Elwood (Rand, McNally: 3.95 $, 124 pagg), pag. 109, poi antologizzato anche in "Creatures from Beyond", a cura dell’Autore, ’75 e "Roger Caras’ Treasury of Great Cat Stories", a cura di Roger Caras (Truman Talley/E.P. Dutton, ’87: 12.58 £, 495 pagg.), pag. 468; ridotto a graphic novel da Howard Zimmerman, illustrato da Evan Dorkin, in "The Bank Street Book of Fantasy", a cura di Howard Zimmerman, Seymour Reit e Barbara Brenner (Pocket, ’89: 3.95 $, 190 pagg.), pag. 78; tradotto in giapponese, sempre da Hisashi Asakura, con quel titolo, anche in "S-f magazine" n. 6/’97, #492-juvenile/divertissment che vede due adolescenti alle prese con un gatto… extraterrestre. All’inizio, ovviamente, è solamente uno scherzo, un gioco, ma che, poi, diventerà vero. Ma, rispettando le regole del genere, sarà un alieno buono, venuto sulla Terra per recuperare un’ameba mutaforma fuggita alla prigionia, trasformandosi nell’altro gatto della ragazza.

-Curazione: "Into the Unknown" (Thomas Nelson: 6.50 $, 192 pagg.) poi (Dutton, novembre ’73: 7.95 $, 192 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 9 e "Touchstone", pag. 76; contributi critici: recensioni di Theodore Sturgeon, "Galaxy", marzo ‘74, pag. 87, ?, "Vertex", giugno ‘74, pag. 10 e Richard E. Geis, "Science Fiction Review", febbraio ‘75, pag. 5

1974

-Rubrica: "Entropy Reprint", "Outworlds" n. 19, gennaio

-Curazione: "Universe 4" (Random House, marzo: 5.95 $, 241 pagg.) poi (Random House/Sfbc, ’74: 1.49 $, 179 pagg.), (Popular Library, ’75: 1.25 $, 190 pagg.) e (Dennis Dobson, ’77: 241 pagg.); tradotta in catalano, da Liliana Heker, come "Universo 4" (Adiax, ’82: 3,01 €, 261 pagg.); premi: Locus ‘75; contributi critici: recensioni di Richard Delap, "Delap's F & Sf Review", settembre ‘75, pag. 27 e Martin Ricketts, "Vector" #86, marzo/aprile ‘78

-Curazione: "The Best Science Fiction of the Year # 3" (Ballantine, luglio: 1.50 $, 365 pagg., poi ’76: 1.95 $, 368 + xi pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. vii e "Honorable Mentions-1973", pag. 367; tradotta in spagnolo, da María Victoria Lentini e Octavio Freixas, come "Las ruinas de mi cerebro" (Caralt, ’78: 1,80 €, 224 pagg.); premi: finalista (2°) Locus ‘75, miglior antologia ristampata; contributi critici: recensioni di ?, "Vertex", dicembre ‘74, pag. 11 e Richard Delap, "The Magazine of Fantasy and Sf", luglio ‘75, pag. 81

-Racconto: "Rejoice, Rejoice, We Have No Choice", tradotto, da Beata Della Frattina, come " L'inutile cerimonia", in "Prove di maturità" (Future Kin, ‘74), a cura di Roger Elwood, originariamente apparsovi; ed. or.: (Doubleday, settembre: 4.95 $, 180 pagg.); "Urania" n. 670, ed. Mondadori, ’75 (400 £, 144 pagg.; prezzo dei remainders: 9,00 €), pagg. 82-95; poi antologizzato anche in "The Light at the End of the Universe", ’76, "Alpha 7", a cura di Robert Silverberg (Berkley Medallion, ’77: 1.50 $, 240 + x pagg.), pag. 106 e "The Future I", a cura di Isaac Asimov, Martin H. Greenberg e Joseph D. Olander (Fawcett Crest, ’81: 2.50 $, 381 pagg.), pag. 185-su una Terra nella quale c’è stata un’epidemia che ha decimato l’umanità, i bambini cominciano a cambiare. Sono telepatici, e, di più, stanno perdendo il senso di molte cose che era prima considerate fondamentali.

La cerimonia inutile è, infatti, un funerale. Non ne capiscono il senso, e, la notte successiva, dissotterrano il cadavere, e se ne servono per concimare la terra.

La perdita dei valori, delle nuove generazioni, sembra dunque essere quanto l’Autore tenta di dirvi. E lo fa, ancora, molto bene, con una decrizione di questa vita rurale davvero molto dura (la terra si è inaridita notevolmente; l’inutilità percepita dai giovani telepati ha, il suo senso) davvero notevole, vera, come abbia capito essergli congeniale.

-Racconto: "The Colors of Fear", in "New Dimensions IV", a cura di Robert Silverberg (Signet, ottobre: 1.25 $, 237 pagg.), pag. 77, poi antologizzato anche in "The Light at the End of the Universe", ’76; tradotto in francese, da Bernard Raison, come "Les couleurs de la peur", in "Histoires d'envahisseurs", a cura di Jacques Goimard, Demètre Ioakimidis e Gérard Klein (Livre de poche, ‘83, poi ’92: 5,00 €, 448 pagg.), pagg. 239-254

-Saggio: "Vertex Interviews William Rotsler", con Stephanie Bernstein, "Vertex", ottobre, pag. 34

-Racconto: "Saving Grace", con Laurence M. Janifer, "Fantastic", novembre, pag. 36

-Curazione: "Universe 5" (Random House, novembre: 6.95 $, 209 pagg.) poi (Random House/Sfbc, ’75: 1.98 $, 181 pagg.), (Popular Library, ’76: 1.25 $, 191 pagg.) e (Dennis Dobson, ’78: 7.95 £, 208 pagg.); tradotta in catalano, da Mirta Rosemberg e Adriana Penco, come "Universo 5" (Adiax, ’82: 3,01 €, 259 pagg.); premi: finalista (7°) Locus ‘75; contributi critici: recensioni di L.G. Blackburn, "Vertex", aprile ‘75, pag. 11 e Richard Delap, "Delap's F & Sf Review", aprile ‘75, pag. 5

-Curazione: "Worlds Far and Near" (Thomas Nelson, novembre: 6.50 $, 176 pagg.); dell’Autore: "Introduction" e "They Live on Levels"

-Curazione: "Fellowship of the Stars" (Simon & Schuster, novembre: 7.95 $, 222 pagg.) poi (Sfbc, ’74: 1.49 $, 178 + ix pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. vii, ed. Sfbc; premi: finalista (11°) Locus ‘75; contributi critici: recensione di Leonard Isaacs, "The Magazine of Fantasy and Sf", dicembre ‘75, pag. 40

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 16, novembre, 24 pagg.

-Racconto: "If God is God", "Vertex", dicembre, pag. 60

-Fanzine curata: "Gilgamesh" n. 45

1975

-Curazione: "The Best Science Fiction of the Year # 4" (Ballantine, luglio, poi ‘76: 1.95 $, 304 + xii pagg.) poi (Gollancz, ’75: 3.75 £, 272 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. ix (5-8 ed. spagnola: "Introducción"), e "Honorable Mentions-1974", pag. 297; tradotta in olandese come "Science Fiction verhalen 7" (Het Spectrum, ’76, poi 2008: 232 pagg.) e in spagnolo, da Pablo Mañé Garzón e Antonio-Prometeo Moya, come "Viajeros del tiempo" (Caralt, ’76: 1,8 €, 220 pagg.); premi: finalista (2°) Locus ‘76; contributi critici: recensioni di Alan Brennert, "Delap's F & Sf Review", settembre ‘75, pag. 19, Jeffrey Hudson, "Locus", 17 novembre ‘75, pag. 4 e Peter Mandler, "Science Fiction Review", novembre ‘75, pag. 38

-Racconto: "Castle in the Stars", in "Tomorrow: New Worlds of Science Fiction", a cura di Roger Elwood (M. Evans and Company, ottobre; 5.95 $, 218 pagg.), pag. 139

-Curazione: "Creatures from Beyond" (Thomas Nelson, novembre: 6.95 $, 192 pagg.) poi (Sfbc, ‘75, 1.98 $, 180 + iv pagg.) e (BCE/BOMC, ’75: 7.95 $, 180 pagg.); dell’Autore: "Introduction", pag. 1 e "Some Are Born Cats", pag. 79; contributi critici: recensioni di Debbie Notkin, "Delap's F & Sf Review", novembre ‘75, pag. 7 e Richard E. Geis, "Science Fiction Review", febbraio ‘76, pag. 31

-Fanzine curata: "Diaspar" n. 17, novembre, 14 pagg.

-Saggio: "You've Come a Long Way, Baby-editorial", "Amazing", novembre, pag. 4, poi antologizzato in "Fandom Harvest", ‘86

-Saggio: "Introduction" a "Blake's Progress", di R.F. Nelson (Laser Books, dicembre: 0.95 $, 190 pagg.), pag. 5

-Fanzine curata: "Gilgamesh" nn. 46-47


Pagina seguente






[ Indietro ]

Bibliografie

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (1303 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php