Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata
Complotto finale


di Giuseppe Magnarapa, "Minas Tirith" n. 11, ed. Solfanelli, ’90, 12.000 £, 184 pagg.


Fantapolitica, nella quale si immagina che il terrorismo, in realtà, non sia stato che il tentativo, nella finzione riuscito, del Potere di… diventarlo realmente, e completamente: "Tutti i casi più clamorosi di rapimento e di omicidio perpetrati negli ultimi anni contro magistrati, politici e militari non sono che gigantesche imposture, finzioni, messe in scene teatrali organizzate allo scopo di terrorizzare la popolazione, giustificando così le leggi repressive e la progressiva concentrazione di potere nelle mani di poche persone." (pagg. 101-2).

Il racconto segue le gesta di un giornalista che, per iniziativa personale, comincia un’indagine sul terrorismo, trovando, subito, indizi sospetti, che lo metteranno sulla strada giusta per scoprire il complotto.

Che, poi, verrà internato in un manicomio, dal quale uscirà con la coscienza lavata; ma non del tutto. Un incontro casuale gli risveglierà la memoria, e sarà quasi sul punto di poter divulgare tutto.

Ma l’eroe solo nulla può, contro il Potere, e perirà.

E il burattinaio oscuro dietro a tutto, alla fine, virerà desisamente ancora più verso il totalitarismo.

La prosa è pessima, il racconto si snoda malamente, a cominciare da quegli indizi rivelatori che appaiono al protagonista non appena decide di incamminarsi per quella strada, ma una cosa bisogna dirla: l’assunto di base, infondo, non è poi tanto lontano da quanto molti sostenevano e sostengono, e cioè che, visto che l’utilità del terrorismo era più del Potere, che di sedicenti organizzazioni eversive, i veri burattinai avrebbero potuto realmente essere persone interessate a raggiungerlo, magari appunto in una versione più totalitaria.

Comunque, il romanzo non vale davvero la fatica di leggerlo.


Altri contributi critici: "Introduzione", di Gianfranco de Turris, pag. 5, "Novità Solfanelli 1989-1990", di Mariella Bernacchi, "Algenib notizie" n. 2, ’90, pag. 6, recensione di Mirko Tavosanis, "Algenib notizie" n. 5, ’90, pag. 12






[ Indietro ]

Recensioni Fs italiana

Copyright © di IntercoM Science Fiction Station - (345 letture)



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php