Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Compton D. G. - Terra di nessuno

(Nomansland, ’93); edizione originale: (Gollancz); "Urania" n. 1295, ed. Mondadori, ‘96; traduzione di Maria Barbara Piccioli; pagg. 365, 3.05 €

"Terra di nessuno" affronta un futuro prossimo in cui, sul nostro pianeta, si diffonde un virus che impedisce la nascita di maschi, "Sindrome da Rigetto Embrioni Maschili", sulla cui origine non ci sono che illazioni.
"Potrebbe trattarsi di un aumento dei raggi ultravioletti o magari di un virus che è sempre stato in circolazione, come l'HIV. I Gaiani (movimento sorto proprio in seguito all'insorgere dell'epidemia, n. d. a.) sostengono che è una reazione al sovraffollamento." (pag. 102).
Ma più che all'origine, "Terra di nessuno" sembra interessarsi alla storia del contrapporsi degli scienziati, che cercano una cura alla "Sindrome da Rigetto Embrioni Maschili" e ai terroristi che la ostacolano, motivati da fanatismi ai limiti della logicità, del tipo "ora che non ci sono più uomini, non ci sono più le guerre, ergo, ostacoliamo le ricerche".
Il virus, la Sindrome SREM, ha anche un effetto collaterale decisamente positivo: "... il meccanismo che causava il rigetto degli embrioni maschili esercitava un'azione analoga nei confronti del virus HIV." (pag. 91), "la sindrome rendeva le donne immuni dall'HIV..." (pag. 285).
Si viene, poi, a sapere che il virus si è sviluppato a partire da alcune colture sperimentali, in un laboratorio di Tbilisi, in Georgia, in cui si ricercava, appunto, una cura contro l'HIV, sottoposto a degli attacchi missilistici.
Nel distendersi, pacato, della narrazione, spiccano improvvise esplosioni di violenza, quasi da racconto horror proprio per questo loro essere così improvvise.
Condotto con la maestria che contraddistingue tutte le opere di David G. Compton, "Terra di essuno" è, forse, un po' stiracchiato e forse qualche decina di pagine in meno gli avrebbero giovato, ma, anche così, solo raramente può portare ad un po' di noia il lettore.
C’è, poi, una sorta di senso riposto, che collega il desiderio di un mondo senza uomini alla identità lesbica e alla violenza maschile.
Decisarnente buono.

Aggiunto: December 9th 2005
Recensore: Marcello Bonati
Voto:
Hits: 825
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php