Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Ellison H - Se il cielo brucia

(From the Land of Fear, ’67); edizione originale: (Belmont); "Galassia" n. 231, ed. La tribuna, ’78; traduzioni di Guido Zurlino 160 (126) pagg., 1000 £; prezzo dei remainders: 10,30 €

Una delle tre antologie di Ellison tradotte qua da noi (1).
Penso sia assolutamente indispensabile leggerla; il genio folle di Ellison, infatti, penso che faccia bene, a leggerne i frutti, e questo volume, anche se datato, ma ancora abbastanza facilmente rintracciabile, è uno dei pochi tutti suoi; gli altri suoi lavori bisogna andarli a cercare in antologie varie.
Vi si raccolgono dieci racconti: "Il cielo brucia" (The Sky is Burning, '58) (2), incentrato sul tema del diverso, dell'alieno, e, più precisamente, del completamente diverso; infatti vi si racconta di alieni dall'aspetto fisico e dalla mentalità, appunto, totalmente aliena alla nostra; "Mio fratello Paulie" (My Brother Paulie, '58) (3), sulla possibilità di impazzire che il trovarsi nello Spazio profondo dà agli astronauti; "Il tempo dell'occhio" (Time of the Eye, '59) (4), onirico (" ... una storia così ridicola che io potevo accettarla solo come un sogno fantastico..." (pag. 46)), che ha una buona atmosfera, leggera, che, nel finale, ha una brusca impennata, di violenza; si svolge in un luogo oltre la morte, e vi si muovono un soldato morto in Corea e una modella accecata a morte in un rito satanico; "Stazione di soccorso" (Life Hutch, '56) (5), la sua prima opera che abbiamo a disposizione in traduzione, raccontino di hard-Sf classica, in cui, però, c'è già un primo accenno a quella che sarà una delle tematiche base della sua poetica, l'antimilitarismo: "Era (il protagonista) uno di quegli uomini che combattono le guerre perchè qualcuno le deve combattere. Era uno di quegli uomini che sopportavano di essere strappati dalle mogli e dalle famiglie per essere buttati in un abisso che chiamavano Spazio a causa di una cosa che chiamavano Lealtà e di un’altra cosa che chiamavano Patriottismo. Per difendere, insomma, quello che gli avevano insegnato che doveva essere difeso." (pag. 52); "Battaglia senza bandiere" (Battle Without Banners, '64) (6), consistente, unicamente, in una lunga, sofferta, descrizione di una battaglia, non importa di che guerra, di chi contro chi, solamente una battaglia e di tutti i suoi orrori; "Il mondo di Walkaway" (Back to the Drawing Boards, '58) (7), una sorta di racconto umoristico, in cui, partendo da uno spunto sociologico sulla sete di sempre nuove e mirabolanti trovate, dalla Tv, si parte un pò per la tangente e si immagina una storia veramente travaricante ogni plausibilità, in un'escalation, appunto, divertente; "Amico dell'uomo" (A Friend to Man, '59) (8), su di una guerra futura in cui gli States vengono invasi e conquistati, combattuta da uomini e robot, nel quale ci sono alcuni momenti di buona tensione poetica; ""Noi piangiamo per tutti..."" ("We Mourn for Anyone..."'57) (9), alquanto particolare, racconta di un mondo in cui vi sono due usanze a dir poco... desuete: i duelli per risolvere questioni d'onore e delle persone pagate per piangere ai funerali (10). Ci si muove sulla falsariga di una trama gialla, perquanto abbastanza insolita anch'essa; "La voce nel giardino" (The Voice in the Garden, '67) (11), short story stracolma di stereotipi sul Dopobomba e gli ennesimi nuovi Adamo ed Eva e "Soldato" (Soldier, '57), anche questo racconto antimilitarista, ma in maniera decisamente più netta; vi si racconta, infatti, di un soldato di un futuro in cui si stà combattendo una guerra spaventosamente violenta che, per un caso estremamente raro, viene proiettato nel nostro presente; ma è un soldato che, come tutti i soldati, odia la guerra: "lo odio la Guerra, tutte le guerre, e questa Guerra!" (pag. 120), e così i suoi racconti di quelle distruzioni orribili, dapprima rendono antimilitaristi gli alti ufficiali statunitensi (" ... per un attimo, mentre mi stava spiegando quelle cose, mi è venuta l'ispirazione di lasciare la carriera e correre fuori a manifestare a favore del disarmo." (pag. 28)), e, poi, tutti i popoli della Terra fino a convicerli ad... abrogare la Guerra! E vi è un accenno fascientifico/linguistico: è solo un alieno...".
"L'uso della parola alien permette alla frase inglese il doppio senso (che solo chi legge Sf sa cogliere) fra straniero" ed "extraterrestre"" (nota del traduttore)" (pag. 123)."
L’edizione originale comprende anche una sua versione come sceneggiatura televisiva, trasmessa dalla American Broadcasting Corporation nel settembre '64.
Il volume comprende anche i saggi "Requiescant", di Gianni Montanari, "Del malinteso", di Lino Aldani, "Come lavora uno scrittore di Sf", di Alfred Bester, e rubriche varie.

Altri contributi critici: "A lode del suo spirito nobile e diverso" (In Praise of His Spirits Noble and Otherwise), prefazione di Roger Zelazny, pagg. 7-10, "Là dove vagano i sogni dispersi" (Where the Stray Dreams Go), dell’autore, pagg. 11-22, nel quale vi sono, anche, tre racconti incompiuti, "Persone/da/una/sola/persona" (The/One/Word/People), "Tarme sulla Luna" (Moth on the Moon) e "Un serpente nel cervello" (Snake in the Mind) recensione in "Nei labirinti della fantascienza", a cura del collettivo "Un'ambigua utopia", "Universale economica" n. 879, ed. Feltrinelli, '79, pag. 88.

(I)-le altre due sono "Dolorama e altre delusioni" (Paingod and Other Delusions, '65), "I romanzi del cosmo" n. 192, ed. Ponzoni, '66, traduzioni di Giancarlo Stella, edizione originale: (Ace), 143 pagg., 0,1 €; prezzo dei remainders: 4,13 €); e "Idrogeno e idozia" (Shatterday, '80), "AvantPop" n. 7, ed. Fanucci, '99, traduzioni di Umberto Rossi, edizione originale: (Houghton-Mifflin), edizione tascabile: (Berkley, '82), 380 pagg., 8,26 €; vedi, per quest'ultima, la mia recensione: http://www.intercom.publinet.it/rivista/icO7/45 l.htm; di Ellison, è reperibile anche la sua sceneggiatura per un film poi mai realizzato di uno dei capolavori di Isaac Asimov, "Io, robot" (I, Robot, ‘87), "Super blues", ed. Mondadori, '96, traduzione di Antonella Pieretti, illustrato da Mark Zug, originariamente apparso, col titolo di "I, Robot: e Movie", in "Isaac Asimov's Science Fiction azine", metà dicembre '87, premio speciale dei lettori di "IASFM", 316 pagg., 17,56 €)
(2)-originariamente apparso in "If', agosto '58; pagg. 23-30
(3)-originariamente apparso in " Satellite", dicembre '58; pagg. 31-38
(4)-originariamente apparso in "The Saint Mystery Magazine", maggio '59; pagg. 39-47
(5)-originariamente apparso in "If', aprile '56; pagg. 48-58
(6)-originariamente apparso in "Taboo" (New Classics House, ’64); pagg. 59-71
(7)-originariamente apparso in "Fantastic Universe", agosto '58; pagg. 72-85
(8)-originariamente apparso in "Fantastic Universe", ottobre '59; pagg. 86-92
(9)-originariamente apparso in "Fantastic", maggio ’57, col titolo di "Mourners for Hire"; pagg. 93-108
(10)-a proposito di quest'argomento, da leggersi assolutamente il bellissimo "Morte e pianto rituale", di Ernesto de Martino, "Universale scientifica" n. 123/124, ed. Boringhieri, '75
(11)-originariamente apparso in "Lighthouse", giugno '67; pagg. 109-110
(12)-originariamente apparso in "Fantastic Universe", ottobre '57, col titolo di "Soldier for Tomorrow"; pagg. 111-132; anche in "Le grandi storie della fantascienza 19 (1957)", "Le grandi storie della scienza" n. 19, ed. Armenia, '89, nella traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli, pagg 269-292

Aggiunto: December 14th 2005
Recensore: Marcello Bonati
Voto:
Hits: 782
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php