Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Delany, Samuel R., Dhalgren

(Dhalgren, ’75), "Slan" n. 69, ed. Libra, ’82, trad. Roberta Rambelli, "Collezione immaginario" n. 22, ed. Fanucci, 2005, trad. Maurizio Nati

Volume ponderoso, questo di Delany.
La trama è presto detta: un ragazzo sui trent'anni, che non ricorda il proprio nome, e a squarci il proprio passato, giunge a Bellona, città degli Stati Uniti, in cui è successo qualcosa: una rivolta di negri, una bomba, non si sa, ma comunque da allora è isolata dal resto del mondo.
Ora, a Bellona, si vive in un'atmosfera chiusa, è un mondo con i suoi dei, le sue violenze, i suoi miti... e molto sesso.
Lui viene chiamato il "kid", e fa il poeta, per poi ritrovarsi capobanda degli "scorpioni", comunità violenta e superunita, e vedersi pubblicata una raccolta delle sue poesie. Ha una ragazza e un ragazzo... l'omosessualità imperversa.
Gli episodi sono lineari, ma, alla fine, il racconto si chiude su se stesso, "il kid" guarisce, ricorda il proprio nome e fugge dalla città in un caleidoscopio di rimandi alle pagine iniziali, in un ritorno della catastrofe sovrastante.
Bellissimo, secondo me, il libro terzo, "La casa dell'ascia" in cui il Kid entra in contatto con una famiglia in cui "la donna di casa", madre e sposa, non riesce e non vuole accettare la realtà di quanto la circonda, e si rifugia, con un tentativo ritualistico, in un'atmosfera medio-borghese, che verrà bruciata viva dalla morte, accidentale o meno, del secondo figlio, quando già il primo era fuggito con gli scorpioni.
Ricerche letterarie, di comunicazione, portate agli estremi, e cadute stilistiche, soprattutto nelle pagine in cui il Kid e Newboy, un altro poeta di passaggio per la città, discutono di filosofia e critica letteraria.
I livelli interpretativi subiscono un continuo slittamnento, assolutamente necessario per inglobare il libro; chi pretendesse di imporre linearità molto rigide ai propri schemi interpretativi qui fallirebbe di sicuro.
Non stanca: i colpi di scena, i ripescaggi nella memoria interna al racconto, sono continui, ed accattivanti.
Il finale io l'ho vissuto come una specie di sfida al mio intelletto; le carte continuavano a cambiare, la soluzione, che ad una pagina sembrava perfetta, la pagina dopo veniva smontata; per rivelare, in conclusione, la non soluzione, la soluzione aperta. E non dico di più: a voi interpretare, giocare, con questo libro, che è poi quello che si vuole.

Aggiunto: December 11th 2006
Recensore: Marcello Bonati
Voto:
Hits: 703
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php