Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Tevis Walter, La regina degli scacchi

(The Quen's Gambit, ’83), "Classics" n. 20, ed. Minumum fax, 2007 (11,50 €, 384 pagg.), traduzione di Angelica Cecchi; edizione originale: (Random House), poi (Dell, ’84: 3.95 $, 302 pagg.)

Questo bellissimo romanzo di Walter Tevis non è di fantascienza. Così come non lo era "The Hustler", ’59, da cui fu tratto il film cult "Lo spaccone".
Ma penso che piacerebbe anche ad ogni appassionato, di fantascienza.
Racconta la storia di Beth, una ragazzina orfana, bruttina ed impacciata, che, grazie al gioco degli scacchi, diventerà famosa, smaliziatissima della vita e, soprattutto, pienamente realizzata.
È un racconto che procede lentamente, proprio come le mosse degli scacchi. Nel quale ciò che spicca più di ogni altra cosa è la terribile, desolante solitudine, della protagonista.
Che, anche nei momenti di maggior successo, continua a sentirsi sola come quando era all’orfanotrofio.
E che racconta, anche, dei suoi momenti di debolezza, di caduta disastrosa dell’alcol, proprio come è stato anche per l’autore. Ma dai quali riuscirà a rialzarsi, per arrivare, come abbiamo detto, a traguardi notevolissimi.
Come è, appunto, questo romanzo per Tevis.
Gli scacchi, qui, divengono "…un rifugio sicuro, se non addirittura l’illusione di poter dominare il caos con la forza del pensiero. (Pincio, "La ragazza che non poteva essere donna", pag. 13), un luogo, insomma, tanto complicato ed imprevedibile come il Mondo, ma nel quale vigono delle regole certe, umanamente comprensibili, che danno, appunto, la possibilità di muovercisi. A differenza di esso: "…sentendosi in un certo senso sull’orlo di un precipizio, come se, seduta davanti alla scacchiera… in realtà fosse sospesa su un abisso… c’erano pericoli ovunque. Non ci si poteva riposare." (pag. 204); "…esasperata dall’insondabile profondità degli scacchi, dalla loro infinità…. Aveva sentito parlare del codice genetico…. Gli scacchi erano uguali. Si poteva leggere e rileggere la geometria di una posizione senza mai esaurirne le possibilità. Si poteva osservarne uno strato a fondo, ma sotto ce n’era un altro, e poi un altro ancora." (pag. 222).
Tevis è stato anche insegnante universitario di letteratura inglese, e la sua scrittura è incredibilmente colta, con costruzioni del periodo complesse senza essere pesanti, senza che lo si noti. Se non, poi, confrontandole con quelle di molti altri, o col parlare quotidiano.
Nell’introduzione, il Pincio dice anche che, questo, come "Lo spaccone" e "L’uomo che cadde sulla Terra", sono autobiografie mascherate. Qui è quindi come se avesse voluto vederla dalla parte del suo lato femminile, e, la sua capacità di vedere l’animo, femminile, è davvero notevole.
E, con ciò, dice anche dello sciovinismo, degli scacchi, che sono stati a lungo una prerogativa maschile. Per fortuna, come ci dice Yuri Garrett nella postfazione, oggi le cose non stanno più così.

Correlati critici: "La ragazza che non poteva essere donna", di Tommaso Pincio, pagg. 9-17; "Walter Tevis: l'uomo che cadde e si rialzò", profilo bio-bibliografico, pagg. 18-24; "Gli scacchi, le donne, il mondo", di Yuri Garrett, pagg. 367-377

Aggiunto: August 22nd 2007
Recensore: Marcello Bonati
Voto:
Hits: 698
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php