Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

P. Varriale, L. Nicotra - NEPHTHYS VOL I

E' uscita proprio in questi giorni "Nephthys" 'ultima novità editoriale di Magnetica Edizioni, una giovanissima e dinamica casa Editrice napoletana che ha saputo ricavarsi, nello spazio di poco più di un anno, uno spazio notevole nel settore del genere Fantastico e Horror, pubblicando tuttavia anche testi che vanno dal thriller all fantasy, dalla raccolta di liriche ai saggi sulla musica metal. Quella che si riporta è la quarta di copertina dell'antologia "Nephthys", scritta da Lorenzo Nicotra e Pina Varriale. Una lettura da non perdere.

Cos'è la realtà - o quella che riteniamo tale - se non una tela di ragno, un velo leggero che nasconde dimensioni inattese? Dietro l’apparente normalità, si celano inquiete presenze, ombre striscianti, creature nate dal cuore stesso del Buio. I racconti di questa antologia hanno il raro potere di evocare i sogni e gli incubi, strappando, attraverso una narrazione suggestiva ed avvincente, la tela sottile che avvolge il quotidiano, aprendo squarci inquietanti sul Mistero in cui tutti siamo immersi e dando vita a pressanti interrogativi.

“Perché sogno?Perché scrivo?Sono intossicato dal Mistero.Il mio vero desiderio è di non esserci. Di essere Altrove.Di varcare gli interstizi tra l’Abitato e l’Inabitato.Di conoscere l’InconosciutoPerché, ovunque io vada, la mia Anima è in una cella.L’anima stessa è una prigione” (Lorenzo Nicotra)

Oltre il Mistero c’è l’Uomo che esplora, indaga, si interroga. I racconti di questa antologia non sono soltanto un esempio efficace e pregevole di narrativa del Fantastico ma costituiscono un vero e proprio viaggio dello spirito nelle incostanti dimensioni del Buio.


Introduzione di Enrico Ragni

La silloge dei racconti di Lorenzo Nicotra e Pina Varriale può al primo approccio suscitare qualche perplessità nel lettore, anche per la diversità dell’intenzione comunicativa, del lessico e delle acrobazie sintattiche cui i due autori ricorrono, a specchio della personale e disinvolta fruizione della parola. A ben guardare, tuttavia, l’antologia è meno eterogenea di quanto sembri, valutando le categorie narrative del fantastico e dell’horror come moderna rivisitazione del meraviglioso, presente nella letteratura di tutti i tempi, da Omero a Calvino.
Entrambi gli autori procedono infatti, nel loro progetto compositivo, ad un attento smontaggio della realtà, tradizionalmente entificata, per proiettarla sul piano della dimensione onirica, in cui si dipanano visioni surreali, impressioni inusitate ed enigmi criptici attraverso i quali i personaggi, ridotti all’essenza nella caratterizzazione, cercano di ricomporre, tra suggestioni ed inquietudini, un latente equilibrio. In questa prospettiva gli autori, come gli antichi cavalieri ariosteschi nel palazzo magico di Atlante, danno vita sul piano della sovrapposizione e dell’intreccio ad un impianto narrativo in cui fenomenologia ed ontologia si prolungano a vicenda in un gioco di autentico straniamento del reale.
“L’Oggetto” e “La donna degli specchi” da una parte, “Come una musica” e “ Petali di fango” dall’altra, risultano – a nostro giudizio- i testi forse più emblematici e rappresentativi di una realtà che, pur nella dissociazione, restituisce la frammentarietà del molteplice all’unità.
Di Nicotra ci ha convinto la capacità a non rinunciare del tutto ad una sintassi sequenziale, pur nel magma del relativismo; di Pina Varriale il coraggio di riproporre la struttura del prosimetro, laddove si consideri che nei suoi racconti la scarnificazione della parola e la drastica riduzione del periodare annullano la tradizionale, rigorosa distinzione fra racconto e poesia, sequenzialità e versificazione.
prof. Enrico Ragni

***

www.magneticaedizioni.it

Aggiunto: October 18th 2007
Recensore: magnetica edizioni
Voto:
Link correlati: magnetica edizioni
Hits: 701
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php