Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Gibson William, Guerreros

(Spook Country, 2007), "Strade blu", ed. Mondadori, 2008, 17,50 €, 384 pagg., traduzione di Daniele Brolli; ed. or.: (Viking, agosto: 18.99 £, 371 pagg.)

Una ex musicista rock viene assoldata per "…scrivere un lungo pezzo sull’arte e sui risvolti informatici legati all’arte locativa." (pag.150) da una nuova rivista "Node". Che nessuno ha mai sentito.
E viene coinvolta in una vendetta di un ex agente Cia, o simili, che, avendo visto troppe persone approfittarsi degli aiuti economici all’Irak per arricchirsi, ha appunto deciso di farlo.
C’è un conteiner pieno di soldi, con un localizzatore che ne dice l’ubicazione ad ogni istante, un gruppo di persone che lo insegue per impossersarsi del denaro, e un altro, quello del magnate di "Node", per impedire che possa essere ricliclato.
Tutto molto confuso, molto poco chiaro. Gli agenti sono davvero agenti? E il magnate, in realtà, chi è?
L’ambito nel quale i personaggi si muovono, insomma, è caratterizzato, prevalentemente, da questa incertezza, questa ambiguità di base. Nessuno sa nulla di preciso, neppure di ciò che stà facendo.
Che, mi sembra, sia un po’ ciò che si voglia dire. Il nostro mondo, oggi, è così. Agiamo in un ambito del quale ci sfuggono i confini, i contorni, senza sapere bene neppure noi stessi verso dove siano dirette le nostre azioni.
Poi c’è questa "arte locativa". Oggetti, opere d’arte, virtuali, visibili unicamente indossando un elmetto di Realtà Virtuale, che si stanno diffondendo enormemente, entrando anche nel mondo del commercio come pubblicità: "Ipermedia marchiati spazialmente…. L’artista che annota ogni centimetro cubico di un posto, di ogni entità fisica. Visibili a tutti su strumenti come questo." (pag. 31). Forse il primo utilizzo narrativo dell’idea che Sterling esprime in "La forma del futuro": oggetti contrassegnati da lettori RFID, emettenti e riceventi segnali, spazi contrassegnati nettamente, nei quali poter ritrovare ogni cosa facilmente. E ossessioni maniacali derivanti.
Questa quotidianità invasa da oggetti tecnologici, nella quale persone semplici (i due altri protagonisti lo sono entrambi) si muovono appunto in una sorta di vuoto cognitivo, sa molto di Philip Dick.
Antieroi ignari, che prevalentemente tentano di continuare a vivere, uno prigioniero di uno "forse" agente, che gli fa fare ciò che vuole perché "fornitore unico" della droga di cui ha bisogno; l’altro appartenente ad una famiglia di malviventi di origini cubane, nel cui animo scorrono, a volte, personalità e forze del culto pagano dei suoi avi.
Molta azione, nel linguaggio fortemente espressivo dell’autore, che spesso strasborda nel poetico; mi hanno particolarmente colpito alcune descrizioni di scene di azione "improvvise", dette con una lenta, minuziosa descrittività che esprime molto bene la lentezza della reazione emotiva a ciò.
Insomma, Gibson ancora una volta non delude.

Aggiunto: December 5th 2008
Recensore: MarcelloBonati
Voto:
Link correlati: William Gibson, il signor cyberpunk
Hits: 1136
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php