Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

WILLIAMS WALTER JON - LA GRANDE ONDA

Walter Jon Williams
LA GRANDE ONDA
(The Rift, 1999)
Milano, Rizzoli, 1999
(pagine 808, L. 35.000, traduzione di Marcella Calzolari)
Ora che quasi tutti i suoi romanzi più importanti sono stati recuperati in Italia (e ancor più lo saranno con le prossime uscite annunciate da Fanucci per la rivista Solaria) è diventato più facile avere una percezione dell’assieme dell’opera di Walter Jon Williams. E ci si può quindi fare un’idea più chiara del suo talento, in positivo e in negativo.
Non c’è dubbio infatti che Williams abbia una capacità insolita: quella di imitare splendidamente stile e tematiche di altri autori. E, come altri autori della sua generazione, incluso il ben più bravo Swanwick, è partito dalle imitazioni cyberpunk per passare a quelle (modernizzate) di autori classici come Alexei Panshin, Roger Zelazny o Jack Vance. Solo che, mentre Swanwick durante questo processo ha trovato una voce personale, Williams è rimasto un po’ al di qua del guado, alla ricerca continua di un modello. La sua originalità si ritrova semmai in opere come Metropolitan, che, senza essere capolavori assoluti, rappresentano notevoli esercizi di immaginazione e di stile.
Con La grande onda ci troviamo invece parecchi gradini più in basso, anche perché il prodotto è stato confezionato per un mercato molto diverso: quello dei grandi best seller, non quello della fantascienza. Anche se lo spunto è fantascientifico a pieno diritto, ed è rappresentato da un terremoto che replica nella vallata del Mississippi gli effetti del grande terremoto del 1811… in un contesto decisamente più popolato, quello del nostro "presente esteso".
La cosa strana è però che Williams, scrivendo per un pubblico non specializzato, è costretto a giocare relativamente sottotono. Siamo quindi ben lontani dagli effetti che si ritrovano, per esempio, in Una ruga sulla terra di John Cristopher, grande classico del "catastrofismo" inglese degli anni Cinquanta. Le manifestazioni più spettacolari dell’evento sono descritte quasi solo di striscio, e l’attenzione dell’autore si rivolge soprattutto al nutrito cast di personaggi.
È qui tra l’altro che si innesta l’unico concetto originale del libro, una delle poche cose che lo rende qualcosa di più di uno sciatto copione: l’idea che il sisma fornisca a molte comunità il pretesto per sistemare il mondo a propria immagine e somiglianza. Anzi, in particolare, lo fornisce a un radiopredicatore apocalittico e allo sceriffo di una piccola cittadina del Sud. E su questi punti il tono della narrazione recupera una parte della forza che manca nel resto del romanzo – anche perché i "cattivi" sono decisamente più sfaccettati e multidimensionali rispetto ai "buoni". Ma né questo né i riverberi letterari che ogni tanto si intravedono (per esempio l’idea del ragazzino bianco che discende il Mississippi assieme a un nero adulto, che Gary K. Wolfe su Locus ha giustamente ricollegato a Twain e al suo Huckleberry Finn) riescono a salvare un romanzo tutto sommato quasi privo di anima.
 

Aggiunto: April 22nd 2004
Recensore: Mirko Tavosanis
Voto:
Hits: 983
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php