Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

Calder Richard - VIRUS GINOIDE

(Dead Girls, 1992), Editrice Nord, Milano, 1996 (pagine 228, L. 22.000, traduzione di Fabio Zucchella) In molti sostengono che Philip K. Dick sia uno dei precursori del cyberpunk: questo romanzo (primo volume di una trilogia che continua con Dead Boys e Dead Things) ne è una buona conferma. In un futuro abbastanza prossimo (seconda metà del XXI secolo) le nuove tecnologie (matrici subatomiche, nanotecnologie, programmazione frattale...) vengono messe al servizio dei vecchi vizi umani: i più svariati (e perversi) desideri delle classi più ricche si materializzano nella serie di bambole Eve Future, automi meccanici ai quali la fisica quantistica cerca di dare un cuore e una mente ("Da tempo si era capito che il cervello umano era differente da qualsiasi intelligenza artificiale perché aveva imparato ad utilizzare gli effetti quantici" [pag. 16]). Da queste bambole, si diffonde, però, un virus (il virus del titolo, "ginoide" è il corrispondente femminile di androide). Le bambole possono contagiare i rappresentanti maschili della razza umana: il contagio fa sì che con il seme degli uomini si fondano delle nanomacchine, in grado, quando gli uomini avranno altri rapporti sessuali, di provocare la nascita di ragazze destinate a diventare bambole. Nascono delle ragazze morte (dead girls), esseri umani che, crescendo, subiscono una metamorfosi che le trasforma in ginoidi: il loro DNA viene ricombinato, "l'intera struttura chimica del corpo è stata alterata e riorganizzata a livello atomico. Meccanizzata, si potrebbe dire." [pag. 107]. Le nanotecnologie si sostituiscono ai principi fondamentali della vita, la vita resta garantita solamente dalla matrice subatomica: qui si ripropone il grande tema dickiano del "cosa è umano? E cosa non lo è?", interrogativo costante nella vita delle bambole (tanto da far dire ad una di esse che "tutte le bambole vogliono morire. Siamo state create per essere delle vittime" [pag. 218]). L'esistenza di questi esseri e di questo virus portano un enorme sconvolgimento nella società: il contagio tocca una delle sfere più intime, sconosciute e fondamentali della società umana, la sfera sessuale (si trasmette sia attraverso atti puramente sessuali, sia attraverso il bacio o tramite una specie di vampirismo): ne risultano mutati in modo deciso la realtà e il vivere sociale (possiamo fare un parallelo attuale con l'AIDS, che, pur interessando un numero di persone decisamente inferiore a quello dei malati di  cancro, è un problema molto più sentito di questo, perchè coinvolge anche fisicamente le persone che stanno intorno a chi ne è vittima e, soprattutto, limita queste ultime in una serie di comportamenti sociali che riguardano anche la sfera sessuale). Il romanzo ha una trama complessa, in alcuni punti il racconto si fa allucinato, a volte un po' ermetico, alcuni passi sono crudi o eccessivamente violenti, ma possiede un grande fascino, dovuto anche alla capacità di rivedere grandi temi della fantascienza (con richiami a Dick, a Ballard, con interrogativi sulla coscienza, con l'analisi del rapporto uomo-macchina) sotto la luce delle più moderne tecnologie. La tecnologia, alla maniera cyberpunk, è ben permeata in tutta la realtà descritta nel romanzo, soprattutto si fonde in modo nuovo con l'uomo. Virus ginoide è un romanzo decisamente affascinante, decisamente cyber, decisamente hi-tech, decisamente SF, che porta alla conoscenza del pubblico italiano un autore poco noto (solo due i racconti pubblicati: Mosquito in Cyberpunk a cura di Piergiorgio Nicolazzini per la Nord e L'Allure in Cuori elettrici a cura di Daniele Brolli per Einaudi) che vale la pena conoscere.

Aggiunto: September 21st 2004
Recensore: Marco Mocchi
Voto:
Hits: 996
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php