Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

BALLARD J.G. - Tutti i Racconti

1956 – 1962 (I vol.)
1963 – 1968 (II vol.)
Trad. di Roldano Romanelli e Luca Briasco – Fanucci Editore – Collezione Immaginario, pp. 640 – pp. 576 – euro 18,50 ogni singolo volume
La narrativa breve di James G. Ballard, distribuita in un arco di tempo piuttosto ampio e frammentata in volumi ormai datati e quasi introvabili, pubblicati in diverse collane di varie case editrici, era, fino a poco fa, difficilmente rintracciabile. E’ da salutare perciò con particolare interesse l’iniziativa della Fanucci che ha deciso di riunire, a partire dalla fine del 2003, in tre poderosi volumi tutti i racconti dell’autore inglese. Ordinati per ordine cronologico di pubblicazione, rappresentano un punto ideale di partenza sia per chi volesse accostarsi a Ballard sia a chi volesse approfondire la sua opera. Ballard è un autore unico nel panorama della letteratura contemporanea, la cui potente visionarietà ci ha traghettato da un secolo all’altro, da un millennio all’altro (letterariamente parlando) senza che ce ne accorgessimo. Ottima l’idea della Fanucci di affidare la postfazione dei volumi ad Antonio Caronia, il più profondo conoscitore di Ballard oggi in circolazione. Solo i suoi interventi in appendice ai due volumi finora usciti, che abbracciano l’opera di Ballard dal 1956 al 1968, varrebbero il prezzo pagato per i due tomi, secondo me. Senza entrare troppo nei particolari (di Ballard credo di aver già parlato abbastanza in questa e altre sedi) e attingendo a piene mani alle postfazioni di Caronia, si può certo affermare che Ballard ha saputo cogliere, prima di altri autori, le profonde trasformazioni psichiche indotte nell’uomo dal progresso tecnologico esponenziale del secolo scorso. Le macchine che prendevano inesorabilmente il posto degli uomini, inducendo negli uomini il processo inverso, è un temo caro a tutta la narrativa ballardiana. Vi sono, in parecchi racconti, già le idee che saranno poi sviluppate in testi più lunghi. L’interesse di Ballard per i fenomeni psichici, il suo interesse per i pittori surrealisti e la pop art, la corrispondenza tra il paesaggio interiore (inner space) e quello interno, con il primo che contamina il secondo e viceversa non sono altro che alcuni temi che il lettore potrà incontrare successivamente. Ballard è stato e rimane uno degli scrittori più discussi e amati della narrativa contemporanea proprio perché, secondo me, i suoi racconti non lasciano mai insensibile il lettore. Che potrà amare più alcuni racconti rispetto ad altri, che potrà avere molto da ridire sui testi di Ballard, ma che comunque non lo lasceranno indifferente. E la forza più prorompente di Ballard, forse, è quella di essere rimasto attuale con il passare degli anni. Di parecchi anni. Virtù che, di solito, è solo dei grandi autori. Provate a leggere o rileggere racconti come Il giardino del tempo, Prigione di sabbia o Le torri d’osservazione. O anche L’uomo luminoso, Il gigante annegato o Il giorno senza fine. Di sicuro molto di voi ne avrebbero messi altri al posto di questi, ma credo che questa sia la cosa meno importante. Sono le sensazioni, infatti, quelle che restano.

Aggiunto: March 6th 2005
Recensore: Roberto Sturm
Voto:
Hits: 886
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php