Home
Account
  Autori· Saggistica· Narrativa· Comics· Speciali· Cinema· Interviste· Musica CERCA   
     
Menu Principale

News precedenti

Venerdì, 05 febbraio
· Il Gondoliere
Venerdì, 15 gennaio
· Cinema d'animazione: tre esempi francesi
Mercoledì, 16 dicembre
· Fumetti Digitali
· VITA IN LETTERE (Novembre)
· VITA IN LETTERE - Ottobre 2009
Venerdì, 04 dicembre
· Il quinto principio di Vittorio Catani su Urania
Venerdì, 06 novembre
· Dalla fantascienza alla guerriglia mediatica
Martedì, 03 novembre
· De ''Gli Inganni di Locke Lamora'' e di altre stronzate...
Venerdì, 30 ottobre
· La narrativa di Ted Chiang
· VITA IN LETTERE - Settembre 2009
Martedì, 27 ottobre
· CORRADO MASTANTUONO - Tra Tex e Paperino: il disegnatore dei due mondi
Domenica, 11 ottobre
· Fissione
Domenica, 04 ottobre
· Yupanqui
Giovedì, 24 settembre
· VITA IN LETTERE - Agosto 2009
Martedì, 22 settembre
· VITA IN LETTERE (Agosto)
Martedì, 15 settembre
· Le lezioni sempre ignorate della Storia
Lunedì, 14 settembre
· Isole
Giovedì, 03 settembre
· I 10 libri da riscoprire
· VITA IN LETTERE (Luglio)
· VITA IN LETTERE - Luglio 2009
Sabato, 11 luglio
· L'ermetismo nei lavori di Alexey Andreev
Giovedì, 09 luglio
· VITA IN LETTERE (Giugno)
Domenica, 05 luglio
· I ciccioni esplosivi
Mercoledì, 01 luglio
· VITA IN LETTERE - Giugno 2009
· Futurama
Domenica, 21 giugno
· Venature
Domenica, 31 maggio
· VITA IN LETTERE (maggio)
Sabato, 16 maggio
· Il bacio della Valchiria
Giovedì, 14 maggio
· VITA IN LETTERE - Maggio 2009
Giovedì, 07 maggio
·

City of steel, city of air

Martedì, 28 aprile
· VITA IN LETTERE (aprile)
Lunedì, 27 aprile
· Ritratto di gruppo con signora
Martedì, 21 aprile
· L'ultima possibilità
Lunedì, 20 aprile
· J. G. Ballard
Giovedì, 16 aprile
· La voce nella notte
Giovedì, 02 aprile
· I primi dopo gli antichi persiani
Mercoledì, 01 aprile
· VITA IN LETTERE - Marzo 2009
Martedì, 31 marzo
· ''Il giudice di tutta la terra (The judge of all the earth)
Domenica, 29 marzo
· ''Amici assenti (Absent friends)''
Sabato, 28 marzo
· Considera le sue vie (Consider her ways - 1956) di John Wyndham (1903-1969)
Venerdì, 20 marzo
· ''A mezzanotte, tutti gli agenti…
(At Midnight, All the Agents...)''
Mercoledì, 11 marzo
· Vito Benicio Zingales e il Truccatore dei morti: intervista all’autore
· Vito Benicio Zingales: il Capolavoro noir è “Il truccatore dei morti”
Martedì, 10 marzo
· Timestealer
· Specchi irriflessi (The Tain - 2002) di China Miéville
Lunedì, 02 marzo
· La Rocca dei Celti
Domenica, 01 marzo
· Violazione di Codice
· QUANDO C'ERA IL MARE…
Domenica, 22 febbraio
· Rumspringa
Lunedì, 01 dicembre
· Il sogno delle 72 vergini

Articoli Vecchi

Area Riservata

WILLIS CONNIE- Terra Promessa

Un avvertimento
Prima di iniziare a parlare del libro, per onestà, devo dire che, personalmente, leggerei qualsisi cosa di Connie Willis, anche la lista della spesa; potrei quindi apparire leggermente fazioso nel parlare di questa Terra Promessa. Di Cynthia Felice, invece, non ho letto niente quindi non posso individuare il metodo di distribuzione del lavoro all'interno del volume ma una cosa è chiara, c'è molta Connie Willis nel romanzo, soprattutto la Connie Willis delle "commedie", così lei definisce le sue opere dal passo più leggero mutuando questo termine dalla classificazione delle opere di Shakespeare.
La trama
C'è una ragazza, Delanna Milleflores, che torna sul pianeta natale, Keramos arretrato conomicamente e culturalmente, dopo essere stata spedita per quindici anni dalla madre (che odiava Keramos) a studiare su un pianeta molto sofisticato. Il ritorno è dovuto al fatto che la madre di Delanna è morta e la ragazza deve vendere la proprietà. Questione di poche ore (secondo lei).
La realtà è ben diversa.
Il pianeta ha delle leggi abbastanza bizzarre (giustificate dal tentativo da parte degli abitanti di impedire la speculazione terriera) e la ragazza scopre, in una successione terrificante per lei, che deve vivere nella proprietà fino a che non sono state espletate tutte le formalità burocratiche (un anno potrebbe essere sufficiente); che deve raggiungere al più presto la proprietà per non veder decaduti i suoi diritti; che è stata sposata dai suoi genitori al figlio dell'altro possessore della proprietà (e il marito che si ritrova non è il principe azzurro dei suoi sogni di ragazza civilizzata); che il raggiungere la proprietà non è quel viaggio di piacere che si aspettava e (per complicare le cose) che il suo animaletto (Cleopatra, una specie di scarabeo gigante) non può essere importato nel pianeta e deve essere incenerito.
Una domanda
Già dalla trama sorge spontaneo il chiedersi se sia un libro di fantascienza o un romanzo rosa. Certo, abituati a leggere di imperi galattici e di guerre interstellari, di minacce al genere umano, di invasioni inarrestabili, di eroi che salvano da soli interi pianeti e convinti che questa sia la vera fantascienza, il dubbio di non trovarci di fronte ad un libro di fantascienza viene quasi subito.
Ma il viaggio per raggiungere la proprietà (parliamo di oltre 8.000 chilometri) si rivela un viaggio di scoperte sensazionali ed un autentico rito di passaggio.
Connie Willis, poi, è maestra nel descrivere i rapporti e i sentimenti umani: nessuna delle sue opere è strettamente tecnica o tecnologica, si pensi anche soltanto al bellissimo Il giorno del giudizio; inoltre trovo che le autrici hanno avuta un'idea veramente efficace per descrivere la società dei coloni, frammentata in molte unità sparpagliate nel pianeta: tutti sono collegati ad una specie di chat-line da radioamatori e si scambiano informazioni e pettegolezzi (con predominanza dei secondi). Questo espediente permette di allargare su tutto il pianeta il punto di vista pur lasciando la narrazione degli avvenimenti in uno spazio ristretto e quindi non dispersivo.
La conformità geografica del pianeta e la sua fauna e la sua flora sono interessanti e studiati per apparire il più bizzarri possibili e alla fine della lettura si scopre che in fondo hanno avuto un'influenza fondamentale sullo sviluppo della trama.
Quattro cuori e la bufera
La linea sentimentale, a ben guardare, è scontata: se amor ci deve essere, ci sarà con la persona giusta e al momento giusto, cioè alla fine del libro;ma il procedimento ha la giusta lentezza nel suo evolversi ed è giustificato. 
Mentre l'azione procede, poi, Delanna sistemerà anche qualche altro affare sentimentale in posizione difficile che si ritrova per strada e riuscirà anche a risolvere i problemi legati alla presenza di Cleopatra, il tutto dopo la terribile tempesta di Keramos attesa e temuta per più di metà del libro.
Un'altra domanda
Un libro da consigliare? Se cerchi un libro che affronti i grossi problemi esistenziali del mondo moderno, che si ponga quesiti sull'attuale condizione dell'uomo in una società sempre più disumanizzante, se vuoi una visione che in qualche modo ci faccia capire la situazione politica sociale economica del nostro pianeta... be', credo che rimarrai un po' deluso. Ma se cerchi un libro che si legge bene, che sia costruito con intelligenza, che affronti i piccoli problemi della vita quotidiana, che descriva un mondo alieno di frontiera in modo moderno senza indugiare in crepuscolarismi ormai standardizzati, se vuoi bene al tuo gatto o al tuo canarino o al tuo cane o al tuo pescerosso... e non hai ancora letto niente di Connie Willis, allora leggilo e poi ti consiglio di leggere anche gli altri libri di Connie Willis.
 

Aggiunto: May 20th 2005
Recensore: Danilo Santoni
Voto:
Link correlati: Connie Willis o del quotidiano
Hits: 1404
Lingua: italian

  

[ Torna all'indice delle recensioni ]



Questo portale è realizzato con l'ausilio del CMS PhpNuke
Tutti i loghi e i marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori.
Tutto il resto è ©2003-2006 di IntercoM Science Fiction Station. È Possibile usare il materiale di questo sito citandone la fonte.
Potete sindacare le news del portale di IntercoM usando il file backend.php